Oneri di urbanizzazione e finanziamenti esterni: modalità di utilizzo

Oneri di urbanizzazione e finanziamenti esterni: modalità di utilizzo

Nella Delibera n. 70 del 23 settembre 2019 della Corte dei conti Piemonte, un Sindaco ha chiesto un parere sull’interpretazione delle previsioni normative che disciplinano l’utilizzo dei proventi derivanti dagli oneri di urbanizzazione, nonché l’utilizzo dei fondi regionali, ai fini del finanziamento delle spese correnti ritenute obbligatorie. La Sezione ha rilevato che i principi generali dell’Ordinamento affermano inequivocabilmente il divieto di finanziare spese correnti con entrate in conto capitale, che trova giustificazione anche nell’esigenza di assicurare il mantenimento degli equilibri di bilancio degli Enti Locali espressa dall’art. 162, comma 6, del Dlgs. n. 267/2000 (Tuel). L’utilizzazione di entrate in conto capitale per finanziamento di spese correnti, in deroga al Principio sopra richiamato, può essere autorizzata solo da specifiche disposizioni di legge. A decorrere dal 1° gennaio 2018, e senza vincoli temporali, i proventi derivanti dagli oneri di urbanizzazione devono essere destinati esclusivamente agli specifici utilizzi, attinenti prevalentemente a spese in conto capitale, indicati dall’art. 1, comma 460, della Legge n. 232/2016 (“Legge di bilancio per il 2017”), così come modificato dall’art. 1-bis, comma 1, del Dl. n. 148/2017. Relativamente ai fondi di finanziamento regionali, ai fini della destinazione rileva la destinazione originaria impressa alle risorse oggetto di trasferimento dal soggetto concedente. Destinazione che non può essere modificata dal soggetto beneficiario del trasferimento medesimo.


Related Articles

Trasferimenti Enti Locali: pubblicato il Decreto che determina la ripartizione dei fondi a tutela delle minoranze linguistiche

È stato pubblicato nella G.U. n. 2 del 3 gennaio 2020, il Dpcm. 15 novembre 2019, che determina i criteri

Dichiarazione assenza pregiudizi penali: l’omissione non comporta l’esclusione dalla gara

Nella Sentenza n. 18 del 5 gennaio 2015 del Consiglio di Stato, i Giudici hanno affermato che l’omessa Dichiarazione di

Segretario comunale: l’indennità di supplenza e reggenza spetta anche in caso di malattia

Nella Sentenza n. 3991 del 28 giugno 2018 del Consiglio di Stato, i Giudici affermano che l’indennità di reggenza o

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.