Opera pubblica: se rilevante per conseguimento interesse pubblico, Comune può erogare contributi a fondo perduto ad altra P.A.

Opera pubblica: se rilevante per conseguimento interesse pubblico, Comune può erogare contributi a fondo perduto ad altra P.A.

Nella Delibera n. 135 del 23 maggio 2019 della Corte dei conti Veneto, un Comune chiede un parere in merito alla possibilità di erogare ad un altro Comune, in base ad una Convenzione che disciplini i reciproci rapporti, un contributo a fondo perduto finalizzato alla realizzazione di un’opera pubblica, rilevante per il conseguimento di un interesse pubblico per la comunità.

La Sezione rileva che se l’azione è intrapresa al fine di soddisfare esigenze della collettività rientranti nelle finalità perseguite dal Comune, l’erogazione di un finanziamento non può equivalere ad un depauperamento del patrimonio comunale, in considerazione dell’utilità che l’Ente o la collettività ricevono dallo svolgimento del servizio pubblico o di interesse pubblico, effettuato dal soggetto che riceve il contributo.

Spetterà al Comune valutare che l’esposizione finanziaria aggiuntiva sia proporzionata all’effettivo beneficio della collettività del cui interesse esso è esponenziale, affinché l’operazione non si concretizzi in un depauperamento del patrimonio dell’Ente.

In ordine alla qualificazione soggettiva del percettore del contributo comunale, o comunque del beneficiario dell’intervento del Comune, la Sezione chiarisce che la natura pubblica o privata del soggetto che riceve l’attribuzione patrimoniale è indifferente, se il criterio di orientamento è quello della necessità che l’attribuzione avvenga allo scopo di perseguire i fini dell’Ente pubblico; chiarendo peraltro che ogni qualvolta l’Amministrazione ricorra a soggetti privati per raggiungere i propri fini (e, conseguentemente, riconosca loro benefici di natura patrimoniale) le cautele debbano essere maggiori, rispetto ai casi in cui vengano in rilievo Enti pubblici, anche al fine di garantire l’applicazione dei Principi di parità di trattamento e di non discriminazione che debbono caratterizzare l’attività amministrativa.


Related Articles

Contributi dovuti all’Aran dagli Enti Locali: a breve l’invio dei bollettini agli Enti soggetti al pagamento diretto

Il Ministero dell’Interno e l’Aran, con il Comunicato congiunto 13 luglio 2017, hanno fornito indicazioni relative al pagamento del contributo

Documenti informatici P.A.: al via nuove regole per formazione, trasmissione, copia e conservazione

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 8 del 12 gennaio 2014 il Dpcm. 13 novembre 2014, recante “Regole tecniche in

Revisione parziale del classamento: è soggetto alle stesse regole della revisione non parziale

Nell’Ordinanza n. 12605 del 10 maggio 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che il procedimento di

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.