“Otto per mille” 2015: precisazioni in materia alle quote a diretta gestione statale

“Otto per mille” 2015: precisazioni in materia alle quote a diretta gestione statale

Entro il prossimo 30 settembre 2015, i soggetti interessati ad accedere al contributo “Otto per mille” dell’Irpef a diretta gestione statale per l’anno 2015 sono tenuti ad inoltrare le proprie domande. Come disposto dal Dpr. n. 76/98, tali risorse vengono destinate alla lotta contro la fame nel mondo e vengono impiegate per i “capitoli” calamità naturali, assistenza ai rifugiati e conservazione dei beni culturali. Lo ha ricordato, con il Comunicato pubblicato il 7 settembre 2015, sul proprio sito istituzionale, la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Con lo stesso Pronunciamento è stato precisato che, in applicazione dell’art. 1, commi 160 e 172, della Legge 13 luglio 2015, n.107 (“La Buona Scuola”), non sarà possibile inoltrare le istanze per la categoria relativa alla ristrutturazione, il miglioramento, la messa in sicurezza, l’adeguamento antisismico e l’efficientamento energetico degli edifici scolastici. Le quote riservate a questo scopo saranno infatti accantonate per coprire i costi interventi di edilizia scolastica necessari a seguito di eventi eccezionali ed imprevedibili, individuati annualmente con Dm. Miur.

 


Related Articles

Proposte migliorative dell’offerta: le valutazioni della Commissione giudicatrice sono espressione di discrezionalità tecnica

Nella Delibera n. 130 del 12 febbraio 2020 dell’Anac, una Società contesta la Determinazione della stazione appaltante avente ad oggetto

Il pubblico impiego fra “Legge di stabilità” e “Decreto Milleproroghe”

La “Legge di stabilità” La Legge 23 dicembre 2014, n. 190 (“Legge di stabilità 2015”) è stata approvata in via

Servizi pubblici locali: finalità dell’art. 13 del Dl. n. 223/06 e modalità di affidamento

Nella Sentenza n. 257 del 22 gennaio 2015 del Consiglio di Stato, i Giudici osservano che, con l’art. 13 del