Patto di stabilità: le sanzioni per il mancato rispetto riscontrato in via postuma

Patto di stabilità: le sanzioni per il mancato rispetto riscontrato in via postuma

Nella Delibera n. 94 del 16 maggio 2017 della Corte dei conti Sicilia viene chiesto un parere in tema di sanzioni per il mancato rispetto del Patto di stabilità interno 2015 nell’ipotesi in cui la violazione sia acclarata in via postuma. In particolare, a seguito della ricezione della Deliberazione con cui la Sezione accertava la violazione del Patto di stabilità per l’anno 2014, l’Ente, interessato dall’imminente rinnovo delle cariche elettive, chiede di sapere:

  • se, ai fini della corretta applicazione delle sanzioni, debba farsi riferimento alla data dell’adunanza o a quella di deposito della Deliberazione;
  • qualora ricorra quest’ultima fattispecie, se possano
Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Enti Locali in dissesto e fondi vincolati

Nella Delibera n. 81 del 3 agosto 2020 della Corte dei conti Puglia, viene chiesto un parere in materia di

In via di definizione il Decreto Enti Locali che rinnoverà il Patto di stabilità 2015

È annunciata l’approvazione nei prossimi giorni del cosiddetto “Decreto Enti Locali” che, tra i vari punti, ha recepito gli indirizzi

Patto di stabilità interno: computabilità delle risorse di competenza comunitaria

Nella Delibera n. 94 dell’11 febbraio della Corte dei conti Sicilia, un Sindaco formula una richiesta in materia di Patto