Personale e bilancio: le modalità per predisporre e inviare il Conto annuale per il 2013

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, con la Circolare n. 15 del 30 aprile 2014, pubblicata il 5 maggio 2014 sul proprio sito internet, ha fornito le istruzioni per l’acquisizione, nel Sistema informativo “Sico” (“Sistema conoscitivo”), dei dati di organico e di spesa del personale dipendente dalle Pubbliche Amministrazioni per l’anno 2013 (Conto annuale).

Le informazioni acquisite attraverso il Conto annuale consentono:

–      alla Corte dei conti, di predisporre il Referto sul costo del lavoro da presentare al Parlamento ai sensi dell’art. 60 del Dlgs. n. 165/01 – comprensivo anche del monitoraggio della Contrattazione integrativa previsto all’art. 40-bis dello stesso Decreto – e di utilizzare le informazioni raccolte per le attività di certificazione degli oneri contenuti nelle relazioni tecniche dei Contratti collettivi di lavoro del pubblico impiego stipulati dall’Aran e dal Governo stesso;

–      al Governo, di adottare decisioni di finanza pubblica in tema di pubblico impiego e di quantificare gli oneri dei Contratti e degli incrementi retributivi del personale statale non contrattualizzato;

–      all’Aran, di quantificare gli oneri per i rinnovi contrattuali;

–      all’Istat, di predisporre le statistiche sul pubblico impiego;

–      ad altri Organismi pubblici, di utilizzare per fini conoscitivi i dati pubblicati sul web;

–      al Parlamento, diverificare le relazioni tecniche dei provvedimenti legislativi sul pubblico impiego;

–      al Ministero dell’Interno, di predisporre le elaborazioni previste dall’art. 95 del Dlgs. n. 267/00, in materia di Censimento degli Enti Locali;

–      al Ministero della Salute, di predisporre le elaborazioni di competenza sui dati di specifico interesse.

Il periodo previsto per l’invio dei dati relativi alla Relazione va dal 6 maggio al 3 giugno 2014.

La rilevazione riguarda anche le Regioni a Statuto speciale, nel rispetto dell’autonomia regionale, e le Province autonome di Trento e Bolzano, che invieranno i dati del Conto annuale con riferimento al Contratto regionale e provinciale e con le medesime procedure d’invio e termini di scadenza. Gli Enti della Regione Friuli Venezia Giulia, che applicano il Contratto collettivo regionale degli Enti Locali, invieranno i dati tramite la Regione.

Modulistica

I Modelli in formato elettronico, disponibili all’indirizzo www.homepagesico.mef.gov.it, non devono essere inviati in forma cartacea ad alcuna delle Istituzioni coinvolte, in quanto le stesse hanno diretto accesso ai dati attraverso il Sistema informativo “Sico”.

Sito internet e help desk

Sullo stesso sito internet saranno rese note tutte le ulteriori informazioni e comunicazioni utili al corretto svolgimento della rilevazione. Gli interessati hanno inoltre la possibilità di consultarvi le risposte alle domande più frequenti poste dalle Istituzioni tenute all’invio dei dati. L’help desk assicura poi l’assistenza necessaria alla soluzione di problematiche tecniche.

Funzioni dell’Organo di controllo interno

I Modelli di rilevazione devono essere sottoscritti, al fine di certificarne la conformità con le scritture amministrative e contabili, oltre che dal Responsabile del procedimento amministrativo, anche dal Presidente del Collegio dei Revisori. Nella Circolare viene ricordato che il Sistema “Sico” rilascia la certificazione del Conto annuale solo in assenza di squadrature. Pertanto, per poter firmare il Modello certificato, è necessario avere rimosso le squadrature presenti nei dati.

In applicazione dell’art. 40-bis del Dlgs. n. 165/01, inoltre, l’Organo di controllo interno individuato al comma 1, vigilerà sugli specifici adempimenti di pubblicazione della Tabella n. 15 e della Scheda informativa n. 2.

Richiesta nuove utenze

Le Istituzioni che inviano i dati per la prima volta devono richiedere il rilascio delle utenze utilizzando lo specifico Modello, disponibile nella Sezione di download del sito www.homepagesico.mef.gov.it al linkModulo di richiesta utenze”.

La richiesta va effettuata tramite la Ragioneria territoriale competente, che inoltrerà il Modello, compilato in ogni sua parte, all’indirizzo utenze.sico@tesoro.it e, ottenuta l’utenza, provvederà ad inviarla all’indirizzo e-mail del Responsabile del procedimento amministrativo dell’Istituzione richiedente.

In caso di inadempienza in ordine a questi adempimenti (mancato invio dei dati ovvero di invio di informazioni incomplete e/o chiaramente inattendibili) si applica, al Responsabile della rilevazione, la sanzione pecuniaria prevista dagli artt. 7 e 11 del Dlgs. n. 322/89, come modificati dall’art. 3 comma 74 della Legge n. 244/07 (“Finanziaria 2008”).

Novità della rilevazione per l’anno 2013

Molte le novità introdotte per l’anno corrente. Sicuramente la principale riguarda l’ampliamento della platea delle Amministrazioni coinvolte. In applicazione dell’art. 2, commi 10 e 11, del Dl. n. 101/13 convertito dalla Legge n. 125/2013, infatti, a partire dal 2013 tutte le P.A. censite dall’Istat nella Lista “S13”, con esclusione dei soli Organi costituzionali, e le Società partecipate direttamente o indirettamente dalle P.A., con le esclusioni previste dal comma 11, sono tenute a comunicare in “Sico” il costo annuo del personale comunque utilizzato.

Per queste Amministrazioni – si apprende dalla Circolare RgS – è stato definito un contratto apposito, dalla struttura semplificata, basato sul Modello di quello già utilizzato per la rilevazione del costo del lavoro degli Enti di cui all’art. 60, comma 3, del Dlgs. n. 165/01. La semplificazione riguarda, sia le qualifiche (distinzione solo tra Dirigenti e non Dirigenti) che la composizione delle voci di spesa fisse e accessorie.

Per le partecipate, la rilevazione non avverrà direttamente presso le Società o gli Enti pubblici partecipanti, ma le informazioni verranno reperite da quelle già disponibili presso altre banche-dati. Agli Enti pubblici che partecipano al capitale sociale verranno rese disponibili tutte le informazioni raccolte in modo centralizzato.

Riportiamo qui di seguito le novità relative al contenuto delle Schede informative e a quello delle Tabelle che compongono il Modello del Conto annuale.

Schede informative e Tabelle

  1. Scheda informativa 1”: aggiornate le domande presenti per ciascun contratto; la popolazione residente di alcune tipologie di Istituzioni riportata in automatico nella Sezione “Informazioni Istituzioni” della SI1 è quella fornita dall’Istat con riferimento a ciascun anno di rilevazione;
  2. Scheda Informativa 1A“: per le Unioni di Comuni, la Scheda è stata riorganizzata spostando la Sezione dedicata all’Elenco dei Comuni appartenenti all’Unione prima della Sezione dedicata alle domande sui servizi svolti dall’Istituzione.
  3. Scheda Informativa 1A convenzioni”: per Comuni, Unioni di Comuni, Province e Comunità montane è stata inserita una nuova Scheda di approfondimento della “Scheda informativa 1A”, che sarà accessibile ed obbligatoria nel caso in cui l’Istituzione comunichi di avere delle convenzioni attive con altri Enti alla data del 31 dicembre 2013 rispondendo “” alla domanda n. 15 della “Scheda informativa 1A”. La Scheda accoglierà le informazioni riguardanti l’Ente capofila ed i Servizi oggetto delle convenzioni stesse per un numero massimo di 5 diverse convenzioni;
  4. Tabella 5: Personale a tempo indeterminato e personale dirigente cessato dal servizio nell’anno”: è stata eliminata la causale di cessazione “Risoluzione rapporto di lavoro (40 anni contribuzione)” ed inserita la nuova causale “Risoluzione rapporto lavoro – art. 72, comma 11, Legge n. 133/08 e s.m.i.” (cod. C21);
  5. Tabella 6 – Personale a tempo indeterminato e personale dirigente assunto in servizio nell’anno”: è stata eliminata la causale di assunzione “Personale stabilizzato da contratto a tempo determinato” e sono state inserite le nuove causali “Person. assunto con procedure art. 35, comma 3-bis, Dlgs. n. 165/01” (cod. A35) e “Personale assunto con procedure art. 4, comma 6, Legge n. 125/13” (cod. A40);
  6. Tabella 13 – Indennità e compensi accessori corrisposti al personale in servizio”: per alcuni contratti sono state introdotte nuove voci di spesa e le relative istruzioni sono reperibili nella Sezione “Istruzioni specifiche di Comparto”;
  7. Tabella 14 – Altri oneri che concorrono a formare il costo del lavoro”: è stata inserita la nuova voce “Contributi a carico dell’Amm. per fondi prev. complementare” (cod. P035) e una nuova casella da spuntare nel caso in cui l’Istituzione applichi l’Irap commerciale. L’informazione eviterà che all’Ente sia segnalata l’In4, ma Sico comunque verificherà la presenza di somme in corrispondenza della voce “Irap” (cod. P061), precisandone l’assenza con un apposito Messaggio;
  8. Tabella 15 – Fondi per la contrattazione integrativa”: per le Istituzioni che hanno più fondi per ciascuna macrocategoria di personale, è stato inserito un subtotale, sia delle “Voci di entrata” che di quelle di uscita;
  9. Riepilogo Triennale”: a) Tabella “Spese medie pro capite” – il calcolo della spesa media pro-capite riferito all’intera Istituzione è stato modificato adottando la media aritmetica ponderata; b) Tabella “Giorni medi di assenza” – il personale preso a riferimento per il calcolo delle assenze medie prenderà in considerazione anche il personale in convenzione indicato in Tabella 3.

Controlli

Squadrature

  1. SQ3”: per le Istituzioni tenute all’invio della Tabella 10, la procedura verifica l’invio della Tabella 10 nel caso in cui il totale dei presenti in servizio al 31.12 indicato in Tabella 1 sia maggiore di zero. Per le Istituzioni non tenute all’invio della Tabella 10, verifica che il personale dell’Amministrazione indicato in Tabella 3 in posizione di comando-distacco/fuori ruolo/convenzione o esonero non sia superiore a quello indicato nella corrispondente qualifica nella Tabella 1;
  2. SQ5”: è stata sostituita dall’“IN9”;
  3. SQ8”: per le Istituzioni al cui personale si applica il Contratto della Scuola, del Servizio sanitario nazionale e degli Enti di ricerca, è stato modificato l’algoritmo di calcolo che effettuerà il controllo distintamente sugli uomini e sulle donne. Per le macrocategorie di personale interessate alla compilazione della Tabella 1E, “Sico” verificherà che per ciascuna qualifica/profilo/genere il numero totale delle unità indicate nella stessa corrisponda a quelle indicate nella Tabella 1 nelle colonne “Presenti al 31.12.”, e viceversa.

Incongruenze

IN4”: l’incongruenza non verrà segnalata alle Istituzioni che dichiarano l’applicazione dell’Irap commerciale mediante la nuova casella prevista nella Tabella 14;

IN7”: nel calcolo dei giorni lavorabili l’algoritmo tiene ora conto anche del personale esterno indicato in Tabella 3;

IN9”: nuova incongruenza, che sostituisce il controllo effettuato nella rilevazione passata dalla Squadratura 5. “Sico” verifica la corrispondenza tra le somme in entrata e quelle in uscita di ciascun fondo all’interno delle singole macrocategorie rilevate nella Tabella 15. Il risultato del controllo verrà prospettato nella Tabella accessibile con l’apposito tab. relativo all’“IN9”, presente nella “Scheda informativa 1” e nelle stampe di dettaglio delle anomalie.

Controllo SI1A convenzioni

Il controllo agisce solo per alcune tipologie di Istituzioni del Comparto Enti Locali che, nella “Scheda informativa 1A”, hanno comunicato di avere delle convenzioni attive con altri Enti alla data del 31 dicembre 2013 (Domanda 15). Al momento della conclusione della rilevazione, “Sico” verifica che la nuova Scheda sia stata inviata; in caso di esito negativo, il Modello non potrà essere concluso e resterà in acquisizione attiva.


Tags assigned to this article:
conto annualepersonale

Related Articles

Diritti di rogito del Segretario: il nuovo regime giuridico opera per i contratti rogati dopo l’entrata in vigore del Dl. n. 90/14

Nella Delibera n. 21 della Corte dei conti Lazio, un Sindaco ha inoltrato una richiesta di parere riguardante l’interpretazione delle

Personale P.A.: disposto il pagamento del 50% del contributo erariale 2018 per la mobilità

Con il Comunicato 15 giugno 2018, il Ministero dell’Interno-Direzione centrale della Finanza locale, ha comunicato di aver disposto, con un

Scorrimento della graduatoria e diritto degli idonei all’assunzione

Nella Sentenza n. 26104 del 2 novembre 2017 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità si esprimono in materia

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.