“Pnrr”: diffuso il Decreto per la definizione delle modalità di monitoraggio dei Progetti

“Pnrr”: diffuso il Decreto per la definizione delle modalità di monitoraggio dei Progetti

Il 23 novembre 2021 è stato diffuso sul sito “Italia domani” il Dpcm. 15 settembre 2021, che disciplina le strutture e i ruoli responsabili del monitoraggio del “Pnrr” e dei relativi Progetti, oltre alle modalità, alle regole e agli strumenti per il conferimento dei dati.                        

Ciascuna Amministrazione centrale titolare di misure del “Pnrr” è responsabile del coordinamento delle relative attività di gestione, del monitoraggio e del conseguimento delle relativi milestone e target. Trasmette al Servizio centrale per il “Pnrr” i dati finanziari, di realizzazione fisica e procedurali e tutti gli ulteriori elementi informativi necessari per la rendicontazione alla Commissione Europea.                          

La realizzazione operativa dei Progetti “Pnrr” è a carico delle Amministrazioni centrali, delle Province autonome di Trento e Bolzano delle Regioni e degli Enti Locali che assicurano la tempestiva ed efficace attuazione degli stessi. 

Tali strutture sono tenute a:                                                                                                             

  • garantire che i Progetti siano sempre corredati, ai fini dell’ottenimento dei relativi finanziamenti pubblici, del Codice unico di progetto (Cup) che deve figurare già nella fase di presentazione ed in tutte le successive transazioni, inclusa la fattura elettronica, gli ordini di impegno e di pagamento;
  • verificare che gli Interventi siano coerenti con le ipotesi programmatiche afferenti alle misure “Pnrr” di riferimento e soddisfino le condizioni associate in termini di contributo all’obiettivo digitale e all’obiettivo sulla mitigazione del cambiamento climatico, del requisito “non arrecare danno significativo” nonchè dell’avanzamento concordato per Milestone e Target;
  • conferire tempestivamente al Sistema informatizzato i dati sulla programmazione delle procedure di attuazione per ciascuna misura e tempistica procedurale, di attuazione finanziaria e fisica per ogni singolo Progetto nonché, ogni altro elemento utile per l’analisi e la valutazione degli Interventi secondo i criteri definiti dagli artt. 29 e 30 del Regolamento (UE) 2021/241 anche al fine di monitorare i saldi di finanza pubblica;
  • fornire i dati e la documentazione atta a verificare il raggiungimento di Milestone e Target concordati a livello europeo e nazionale per le misure del “Pnrr”, anche a livello di singolo Intervento, laddove applicabile, alimentando opportunamente il Sistema informatizzato di cui al comma 1 del presente articolo anche al fine di permettere le necessarie attività di rendicontazione;
  • fornire i dati e la documentazione atta a verificare, a livello di singolo Progetto, il soddisfacimento del Principio “non arrecare danno significativo”, il contributo all’Obiettivo digitale e all’Obiettivo mitigazione del cambiamento climatico;
  • fornire informazioni periodiche sullo stato di avanzamento degli Investimenti e delle Riforme, sulle eventuali difficoltà a raggiungere Milestone e Target concordati nei tempi prestabiliti, sulle motivazioni e tipologie di criticità incontrate, nonchè sui possibili rimedi. 

Le Amministrazioni centrali, le Regioni, le Province autonome di Trento e Bolzano e gli Enti Locali, sono responsabili della realizzazione operativa degli Interventi e sono tenuti alla rilevazione dei dati dei Progetti finanziati.                                                                     

Inoltre, sono responsabili del monitoraggio dell’attivazione delle risorse e della selezione dei Progetti, oltre al monitoraggio costante e continuativo dei dati di avanzamento fisico, procedurale e finanziario delle misure di loro responsabilità.                                         

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, attraverso il Servizio centrale per il “Pnrr” è responsabile del monitoraggio complessivo, costante e continuativo, dei dati di avanzamento fisico, procedurale e finanziario del “Piano”. È inoltre responsabile delle attività di trasferimento dei dati di monitoraggio del “Piano” alla Commissione Europea.

I Soggetti attuatori provvedono ai seguenti adempimenti:

  • Associazione Cup-Cig nella “Banca-dati nazionale dei contratti pubblici”: il Responsabile unico del procedimento (Rup), ove previsto, provvede all’inserimento del Cup nella Scheda di acquisizione del Cig o nella scheda di aggiudicazione associandoli sul Sistema “Simog” dell’Anac ai fini della comunicazione alla “Bdncp”;
  • Fatture elettroniche: le fatture elettroniche ricevute dai soggetti attuatori riportano, ove previsti dalla normativa vigente, il Cup e il Cig degli Interventi;
  • Pagamenti su Siope: le Pubbliche Amministrazioni per le quali sono state attivate le procedure di “Siope+” effettuano i pagamenti secondo le modalità previste dall’art. 14, comma 8-bis, della Legge n. 196/2009, garantendo negli ordini di pagamento l’inserimento dei Codici Cup per i Progetti del “Piano” e dei Codici Cig, secondo le modalità previste della Legge n. 136/2010;
  • Pagamenti effettuati tramite contabilità speciali: se il soggetto titolare del Cup è un titolare di contabilità speciali utilizzate per l’attuazione del Progetto, nelle operazioni di pagamento o di trasferimento di risorse è sempre riportato il Cup.

I Soggetti responsabili del monitoraggio del “Pnrr” e dei relativi Progetti sono inoltre tenuti ad attuare un ottimale, continuo e costante. Processo di raccolta e monitoraggio di dati e documenti inerenti l’attuazione del “Piano” al fine di garantire la piena disponibilità dei dati significativi, aggiornati, attendibili e coerenti utili a fornire un quadro costantemente aggiornato sullo stato dell’arte della realizzazione del Progetto in relazione ai valori e ai livelli di conseguimento di attività, procedure, spese, Target e Milestone


Related Articles

Matrimoni omosessuali celebrati all’estero: “stop” alle trascrizioni nei Registri di stato civile

Con la Circolare n. 40 del 7 ottobre 2014, diffusa ieri a tutte le Prefetture, il Ministero dell’Interno ha dichiarato

Cronistoria sullo stato dell’arte del “Pnrr” da inviare alla Commissione europea entro il prossimo 30 aprile

Introduzione Ormai siamo vicini alla scadenza per l’obbligatoria presentazione al Parlamento italiano della definitiva versione del “Pnrr” che, dopo le

Appalti: aggiornato il Manuale Anac sulla qualificazione per l’esecuzione di lavori pubblici di importo superiore a 150.000 Euro

Con il Comunicato del Presidente dell’Anac 9 marzo 2016 è stato integrato il “Manuale dell’Autorità sulla qualificazione per l’esecuzione di

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.