Procedimenti e comunicazioni Anac: sospensione e modifica dei termini per i relativi adempimenti

Procedimenti e comunicazioni Anac: sospensione e modifica dei termini per i relativi adempimenti

Con la Delibera n. 268 del 19 marzo 2020, l’Autorità nazionale Anticorruzione (Anac) ha fornito disposizioni operative in merito alla sospensione dei termini nei procedimenti di propria competenza ed ha modificato i termini per l’adempimento degli obblighi di comunicazione nei confronti della stessa, tenuto conto di quanto previsto dall’art. 103 del Dl. n. 18/2020 (cd. “Cura Italia”), che reca una disciplina sulla sospensione dei procedimenti pendenti presso le Pubbliche Amministrazioni e una disciplina degli atti amministrativi in scadenza.

In particolare, la norma dispone che, per i procedimenti pendenti alla data del 23 febbraio 2020 o iniziati successivamente a tale data, non si tenga conto del periodo compreso tra la data del 23 febbraio e quella del 15 aprile 2020.

In attuazione di tale disposizione, l’Autorità ha fornito indicazione operative chiarendo che:

  • i procedimenti in corso (procedimenti di vigilanza, sanzionatori, di precontenzioso e, in generale consultivi) sono sospesi per il periodo indicato;
  • i termini per la risposta da parte di terzi alla richiesta di dati, di documenti e di informazioni sono incrementati di ulteriori 60 giorni;
  • nuovi procedimenti sanzionatori, di vigilanza e consultivi saranno avviati a partire dal 15 aprile 2020;
  • i termini relativi a procedimenti il cui avvio si rendesse necessario, per specifiche esigenze, in pendenza della sospensione, decorreranno a partire 16 aprile 2020;
  • per i provvedimenti urgenti, la conclusione del procedimento potrà avvenire anche prima della scadenza del periodo di sospensione, in tutti i casi in cui siano stati già acquisiti gli elementi istruttori nella piena garanzia del contraddittorio;
  • le attività di vigilanza collaborativa, effettuate su richiesta della stazione appaltante, saranno svolte compatibilmente con le difficoltà operative degli Uffici legate all’emergenza sanitaria in atto;
  • i pareri di precontenzioso sono adottati nel rispetto dei termini fissati dalla legge (30 giorni), applicando la sospensione di cui all’art. 103 sopra citato.

Nella Delibera in esame, l’Anac ha ritenuto opportuno inoltre dilazionare i tempi necessari per l’adempimento di alcuni obblighi i cui termini sono stabiliti da atti generali della stessa Autorità.

Fino allo scadere dell’emergenza sanitaria e fino all’adozione di una nuova Delibera da parte dell’Autorità:

  • il termine per il perfezionamento dei Cig è di 150 giorni, decorrenti dall’acquisizione dei medesimi (in sostituzione dei 90 giorni previsti dalla Delibera Anac n. 1 dell’11 gennaio 2017, trascorsi quali i Cig non perfezionati vengono cancellati);
  • i termini per la trasmissione dei dati all’Osservatorio dei contratti pubblici sono incrementati di ulteriori 60 giorni. I nuovi termini di comunicazione sono pertanto:
  • per le Schede “Dati Comuni” e “Aggiudicazione”, 90 giorni dall’aggiudicazione definitiva o dall’avvenuto affidamento;
  • per le Schede “Adesione ad Accordo Quadro/Convenzione”, 90 giorni dall’avvenuta adesione;
  • per la Scheda “Modifiche contrattuali”, 90 giorni dall’evento;
  • per le Schede “Fase iniziale, Sal, Conclusione, Collaudo/Regolare esecuzione, Accordi bonari, Sospensione, Subappalto, Istanza di recesso”, 120 giorni dall’evento;
  • il termine per l’emissione del Cel da parte della stazione appaltante è di 90 giorni dalla richiesta dell’operatore economico (in sostituzione dei 30 giorni previsti dalla Deliberazione Anac 23 maggio del 2013, n. 24).

Related Articles

Commissione di gara: non vi è obbligo di riconvocazione con i membri originari se non è garantita la loro serenità di giudizio

  Nel caso di annullamento, in sede giurisdizionale, degli esiti di una selezione pubblica, l’art. 84, comma 12 del Dlgs.

Contabilità e finanza pubblica: in G.U. alcune modifiche al testo della Legge 31 dicembre 2009, n. 196

E’ stata pubblicata sulla G.U. n. 198 del 25 agosto 2016 la Legge 4 agosto 2016, n. 198, contente alcune

Patto di stabilità: prorogato il termine per chiedere la rimodulazione degli obiettivi per gli Enti capofila

  Con la Nota 1º luglio 2015, l’Ifel ha informato dell’avvenuta proroga all’8 luglio 2015 del termine per la trasmissione

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.