Processo tributario: se perde la causa l’Ente impositore paga le spese

Processo tributario: se perde la causa l’Ente impositore paga le spese

La Corte di Cassazione, con l’Ordinanza n. 5842 del 24 marzo 2015, osserva che poiché, ai fini della distribuzione dell’onere delle spese del processo tra le parti, essenziale criterio rivelatore della soccombenza è l’aver dato causa al giudizio, la soccombenza non è esclusa dalla circostanza che, una volta convenuta in giudizio, la parte sia rimasta contumace o abbia riconosciuto come fondata la pretesa che aveva prima lasciato insoddisfatta così da renderne necessario l’accertamento giudiziale. Inoltre, l’individuazione del soccombente si fa in base al principio di causalità, con la conseguenza che parte obbligata a rimborsare alle altre le spese che hanno

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Offerta tecnica priva dei requisiti essenziali fissati nel capitolato: legittima l’esclusione

Nella Delibera n. 334 del 10 aprile 2019 dell’Anac, una Società ha contestato l’esclusione da una gara (affidamento del servizio

Spesa personale: non trovano applicazione i limiti di spesa in caso di impiego a tempo pieno di personale di altre Amministrazioni locali

Nella Delibera n. 91 del 12 luglio 2016 della Corte dei conti Piemonte viene chiesto se i rapporti di lavoro

Enti con bilancio in equilibrio ed equilibri di bilancio

Nella Delibera n. 73 del 17 agosto 2021 della Corte dei conti Molise, un Comune nell’esercizio 2019 ha rispettato la