Progressioni verticali riservate al personale di ruolo: i limiti dopo il Dlgs. n. 75/17

Progressioni verticali riservate al personale di ruolo: i limiti dopo il Dlgs. n. 75/17

Nella Delibera n. 42 del 23 marzo 2018 della Corte dei conti Puglia, un Comune ha chiesto un parere riguardante le progressioni tra aree riservate al personale di ruolo disciplinate dall’art. 22, comma 15, del Dlgs. n. 75/17. In particolare, con il primo quesito l’Ente ha chiesto se la percentuale del 20%, indicata dalla norma come limite massimo dei posti da coprire con procedure selettive riservate (interne) rispetto ai posti previsti nel “Piano dei fabbisogni” come nuove assunzioni consentite per la relativa area o categoria, debba considerarsi riferita alle “teste” (numero dei posti), ovvero possa essere

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Fondo “Perseo-Sirio”: Aran, “rafforzate le opportunità per i dipendenti pubblici di costruirsi una pensione integrativa”

Con una Nota datata 10 ottobre 2014, L’Aran è intervenuta sulla recente istituzione del “Fondo Perseo-Sirio”, operativo dal 1º ottobre scorso.

Nota aggiornamento al “Def 2017”: rivista al rialzo la stima sulla crescita del Pil

 In controtendenza rispetto a quanto successo negli ultimi anni, la cifra della Nota di Aggiornamento del “Documento di economia e

Utilizzo dei resti delle cessazioni del triennio precedente: facoltà di utilizzo 

Nella Delibera n. 63 del 24 marzo 2016 della Corte dei conti Molise, viene chiesto se si possa ritenere, sulla