“Pubblico Impiego privatizzato”: la competenza sulle controversie relative allo scorrimento delle graduatorie è del Giudice ordinario

“Pubblico Impiego privatizzato”: la competenza sulle controversie relative allo scorrimento delle graduatorie è del Giudice ordinario

Nella Sentenza n. 1041 del 17 gennaio 2018 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità si esprimono sul tema della giurisdizione in caso di richiesta da parte dei candidati allo scorrimento della graduatoria. La Suprema Corte chiarisce che, sul riparto di giurisdizione nelle controversie relative a procedure concorsuali nell’ambito del Pubblico Impiego c.d. “privatizzato”, la cognizione della domanda, avanzata dal candidato utilmente collocato nella graduatoria finale e riguardante la pretesa allo scorrimento della graduatoria del concorso espletato, appartiene alla giurisdizione del Giudice ordinario, facendosi valere, al di fuori dell’ambito della procedura concorsuale, il diritto all’assunzione. Ove invece la pretesa al riconoscimento del suddetto diritto sia consequenziale alla negazione degli effetti del Provvedimento che, per coprire i posti resisi vacanti, indice una diversa procedura anziché avvalersi dello scorrimento della graduatoria di altro precedente concorso, si è in presenza d’una contestazione che investe l’esercizio del potere dell’Amministrazione, cui corrisponde una situazione di interesse legittimo, tutelabile innanzi al Giudice amministrativo ai sensi dell’art. 63, comma 4, del Dpr. n. 165/01.


Related Articles

Notifica: è nulla se fatta ad un procuratore con lo stesso cognome di quello indicato in Sentenza ma un nome diverso

Nella Sentenza n. 5716 del 23 marzo 2016, la Corte di Cassazione statuisce che l’ipotesi di inesistenza giuridica della notificazione

Cassa nazionale Dottori commercialisti: incostituzionale l’obbligo di versare allo Stato parte dei risparmi imposti dalla “Spending Review”

Nella Sentenza n. 7 dell’11 gennaio 2017 della Corte Costituzionale, è stata sollevata questione di legittimità costituzionale dell’art. 8, comma

Ici: per i fabbricati storico-artistici l’agevolazione c’è solo se il vincolo è diretto

Nella Sentenza n. 10760 del 3 maggio 2017 della Corte di Cassazione, oggetto della controversia è un appartamento compreso in