Qualifica di abitazione “di lusso”: superfici escluse  

Qualifica di abitazione “di lusso”: superfici escluse   

La Suprema Corte, con l’Ordinanza 4 novembre 2014, n. 23507, ha affermato che non può essere qualificata “di lusso” l’abitazione se ai fini del calcolo della superficie utile complessiva si è tenuto conto, in modo rilevante, di cantine e soffitte, nonché della superficie esterna di pertinenza del condominio.

Ai sensi del Dm. 2 agosto 1969, sono considerate di lusso:

– le case composte di uno o più vani costituenti unico alloggio padronale avente superficie utile complessiva superiore a 200 metri quadri, esclusi i balconi le terrazze, le cantine, le soffitte, le scale e posto macchine, e aventi come pertinenza un’area scoperta della superficie di oltre sei volte l’area coperta;

– le singole unità immobiliari aventi superficie utile complessiva superiore a 240 mq. esclusi balconi, terrazze, cantine, soffitte, scale e posti auto.


Tags assigned to this article:
abitazioneimmobililussosuperficie

Related Articles

Servizi elettorali: diramata la Circolare per gli adempimenti e il funzionamento degli Uffici elettorali per il turno di ballottaggio

La Direzione centrale per i Servizi elettorali ha diramato la Circolare n. 67 del 14 giugno 2022 sul sito del

Tari: un garage può essere considerato come utenza non domestica ed essere esentato nel caso in cui sia vuoto?

Il testo del quesito: “Un contribuente ha richiesto l’esenzione per il proprio garage, non pertinenziale all’abitazione, in quanto ‘vuoto’. Per

Pantouflage: si applica anche ai dipendenti della P.A. competenti ad elaborare atti endoprocedimentali

L’Autorità nazionale Anticorruzione ha chiarito, con il Parere AG 74 del 21 ottobre 2015, che le prescrizioni ed i divieti