Requisiti di partecipazione e valutazione dell’offerta tecnica: ampia discrezionalità della Stazione appaltante

Requisiti di partecipazione e valutazione dell’offerta tecnica: ampia discrezionalità della Stazione appaltante

Nella Delibera n. 25 del 13 gennaio 2021, viene chiesto all’Anac di esprimersi in ordine alla legittimità delle clausole della lex specialis inerenti alla richiesta di alcuni requisiti di partecipazione e all’attribuzione di punteggi a specifiche certificazioni ritenendole limitative della concorrenza e in violazione dei principi di favor partecipationis, ragionevolezza e proporzionalità. L’Autorità afferma che la Stazione appaltante, nel definire i requisiti tecnici e professionali dei concorrenti, vanta un margine di discrezionalità tale da consentirgli di fissare requisiti di partecipazione alla gara anche molto rigorosi e superiori a quelli previsti dalla legge purché non siano discriminanti e abnormi rispetto

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Unione di Comuni: in caso di scioglimento, il personale trasferito dal singolo Comune può essere riassorbito nell’Ente di origine

Nella Delibera n. 213 del 20 luglio 2016 della Corte dei conti Lombardia, il parere verte sull’obbligatorietà di riassorbimento, da

Spese di personale: per il calcolo del valore medio del triennio va considerata la spesa effettivamente sostenuta

Nella Delibera n. 25 del 6 ottobre 2014 della Corte dei conti, sezione Autonomie, viene chiesto se, ai fini del

Onnicomprensività del trattamento economico del pubblico dipendente

Nella Delibera n. 401 del 23 ottobre 2019 della Corte dei conti Lombardia, un Sindaco ha chiesto se sia possibile

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.