Rimborso corrisposto al Professionista: il Comune deve verificare l’effettivo versamento del contributo alla Cassa previdenziale?

Rimborso corrisposto al Professionista: il Comune deve verificare l’effettivo versamento del contributo alla Cassa previdenziale?

Il testo del quesito:

Dato che lEnte deve accertare se lImposta di bollo assolta virtualmente sulla fattura elettronica dal fornitore/consulente sia stata poi effettivamente versata entro il quadrimestre dellanno successivo, si chiede se, analogamente, anche per il rimborso effettuato al consulente dellEnte – e risultante da fattura elettronica – quale contributo del 2% o 4% alla Cassa previdenziale – debba essere verificata l’avvenuto versamento alla Cassa previdenziale. E in caso affermativo entro quali tempi e con quali modalità”.

 

La risposta dei ns. esperti.

Il quesito contiene

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

“Piani di fabbisogno di personale”: le “Linee di indirizzo” per la predisposizione da parte delle Amministrazioni pubbliche

Sul sito della Funzione pubblica, ma non ancora sulla G.U., sono state pubblicate le “Linee di indirizzo per la predisposizione

Enti territoriali: Circolare RgS sulle nuove regole di finanza pubblica per il triennio 2017-2019 (“Pareggio di bilancio”)

E’ stata pubblicata sul sito istituzionale della Ragioneria generale dello Stato in data 3 aprile 2017 la consueta Circolare Mef-RgS

Ufficio unico per il digitale e nomina del Responsabile: entro il 31 dicembre la presentazione del documento

Dal 1° dicembre 2017 è stato predisposto in IPA (“Indice Pubbliche Amministrazioni”), all’interno dell’anagrafica dell’Ente, il campo dedicato all’Ufficio per