Riscossione tributi: il riclassamento di un immobile non ha efficacia retroattiva

Riscossione tributi: il riclassamento di un immobile non ha efficacia retroattiva

La Ctr Bari, con la Sentenza n. 977/03/2015 del 4 maggio 2015, ha statuito che al riclassamento di un immobile, a seguito di accertamento automatico dell’Agenzia del territorio per cambio di destinazione d’uso (da deposito a magazzino), non può essere attribuita efficacia retroattiva, non rivestendo la suddetta fattispecie né i caratteri di atto di correzione a seguito di errore nel precedente accertamento né quelli di una rettifica d’ufficio o in autotutela. Poiché la suddetta modifica costituisce invece un vero e proprio nuovo classamento, con conseguente diversa rendita catastale, si rende applicabile l’art. 5, comma 2, del Dlgs. n. 504/92,

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Società in “house”: gestione entrate tributarie

Nella Delibera n. 57 del 18 aprile 2018 della Corte dei conti Campania, un Comune chiede: – se la riscossione

Processo tributario: niente nullità per l’assenza dell’autentica della firma del ricorso

Nella Sentenza n. 25470 del 2 dicembre 2014 della Corte di Cassazione, i Giudici affermano che nel processo tributario la