Segretari comunali: erogazione dei diritti di rogito

Segretari comunali: erogazione dei diritti di rogito

Con la Delibera n. 360 del 17 luglio 2015, la Corte dei conti Veneto si esprime in merito a 2 quesiti posti da un Sindaco sull’interpretazione dell’art. 10, comma 2, del Dl. n. 90/14, che ha disposto l’abrogazione dei diritti di rogito del Segretario comunale e provinciale e, in particolare, se tali diritti, qualora i relativi importi riscossi dal Comune non superino il quinto dello stipendio in godimento al Segretario, debbano essere attribuiti automaticamente ed integralmente a quest’ultimo o se il Comune possa stabilire, comunque, una quota del provento annuale da assegnare. Ed ancora, se, nel caso in cui il

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Tosap: è dovuta sui cassonetti piazzati dalla Società che gestisce il “Servizio di raccolta rifiuti”

Nella Sentenza n. 22490 del 27 settembre 2017 della Corte di Cassazione, una Società notificava ad altra Società 4 avvisi

Rinegoziazione contratti locazione passiva di immobili di proprietà privata ex Legge n. 160/2019: no all’estensione a tutte le P.A.

Nella Delibera n. 40 del 23 aprile 2020 della Corte dei conti Piemonte, il Sindaco di una Città metropolitana chiede

Responsabilità della P.A. per violazione del legittimo affidamento

Nella Sentenza n. 7246 del 24 ottobre 2019 del Consiglio di Stato, i Giudici chiariscono che sussiste la responsabilità della