Servizi pubblici locali: finalità dell’art. 13 del Dl. n. 223/06 e modalità di affidamento

Servizi pubblici locali: finalità dell’art. 13 del Dl. n. 223/06 e modalità di affidamento

Nella Sentenza n. 257 del 22 gennaio 2015 del Consiglio di Stato, i Giudici osservano che, con l’art. 13 del Dl. n. 223/06, convertito con modifiche nella Legge n. 248/06, sono state separate le Società a capitale interamente pubblico o misto chiamate dal proprio oggetto sociale ad erogare beni o servizi strumentali all’attività amministrativa, dalle Società di analogo modello sociale chiamate ad erogare servizi rivolti al pubblico formato da utenti o da consumatori in regime di concorrenza. La finalità della norma è di evitare che un soggetto, svolgente sostanzialmente attività amministrativa, eserciti allo stesso tempo attività di impresa, beneficiando dei

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Tags assigned to this article:
Consiglio di Statoservizi pubblici locali

Related Articles

Iva: apportate modifiche “antifrode” al meccanismo del “reverse charge”

  Con il Dlgs. 11 febbraio 2016, n. 24, pubblicato sulla G.U. n. 52 del 3 marzo 2016, sono state

Procedura di gara: non è illegittima se i tempi sono troppo lunghi

Nella Sentenza 4199 dell’11 ottobre 2016 del Consiglio di Stato, una Azienda sanitaria provinciale ha pubblicato un bando per l’affidamento