Servizi pubblici locali: la Commissione Anci chiede il rinvio dei “Piani di razionalizzazione straordinaria” delle partecipazioni

Servizi pubblici locali: la Commissione Anci chiede il rinvio dei “Piani di razionalizzazione straordinaria” delle partecipazioni

Rinvio della scadenza per l’attuazione dei “Piani di razionalizzazione straordinaria” delle partecipazioni e superamento del taglio dei compensi agli Amministratori delle Società partecipate: sono alcune delle proposte di modifica al Tusp formulate nel corso della riunione della Commissione proposte servizi pubblici locali dell’Anci tenutasi il 24 settembre 2018.

La Commissione – ha detto il Presidente, Enrico Stefàno – ha deliberato di chiedere il rinvio della scadenza per l’attuazione dei ‘Piani di razionalizzazione straordinaria’ delle partecipazioni in vista dell’imminente predisposizione del ‘Piano di revisione annuale’, e di prevedere una ulteriore proroga per il parametro di fatturato delle Società”.

La Commissione ha inoltre messo l’accento sulla necessità di approvare l’atteso Dpcm. sui compensi degli Amministratori delle Società partecipate, eliminando così il richiamo (che interessa i soli Amministratori delle Società locali) al taglio dei compensi operato nel 2013.

Con riferimento alle gare per l’affidamento della distribuzione del gas naturale per ambiti territoriali, è stata inoltre manifestata l’intenzione di avviare un’interlocuzione con l’Autorità di regolazione per Energia Reti e Ambiente con il Ministero dello Sviluppo economico, per sbloccare il sostanziale stallo delle gare d’ambito, che starebbe “frenando di fatto la concorrenza e la valorizzazione delle reti comunali, con ripercussioni negative sui bilanci  degli Enti Locali e, in particolare, dei piccoli Comuni”.


Related Articles

“Fondo per la progettazione e l’innovazione”: escluse tutte le attività di manutenzione

La Delibera n. 111 del 13 aprile 2016 della Corte dei conti Lombardia riguarda l’interpretazione della disciplina del “Fondo per

Revoca in autotutela dell’appalto anche dopo l’aggiudicazione definitiva: possibile purché ben motivata

Nella Sentenza n. 73 del 12 febbraio 2016 del Tar Molise, i Giudici affermano che non è precluso alla stazione

730 precompilato: salva dai controlli il contribuente che avrebbe dovuto presentare la Dichiarazione

Con il Comunicato-stampa 19 ottobre 2015, l’Agenzia delle Entrate informa di aver inviato circa 220.000 lettere bonarie ad altrettanti contribuenti

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.