Servizio “Raccolta rifiuti”: l’urgenza non giustifica la definizione in via autoritativa dell’importo dei canoni da corrispondere al gestore

Servizio “Raccolta rifiuti”: l’urgenza non giustifica la definizione in via autoritativa dell’importo dei canoni da corrispondere al gestore

 

Nella Sentenza n. 2610 del 26 maggio 2015, il Consiglio di Stato si esprime sul caso di una Srl che svolge il Servizio di “Igiene urbana” nell’ambito del territorio di un Comune dal 1998, in esecuzione di un contratto di appalto stipulato nel 1997 e la cui scadenza originaria è stata prorogata annualmente fino al 31 dicembre 2010. Per l’erogazione del Servizio relativo all’anno 2011, le parti sottoscrivevano un secondo contratto, previa rinegoziazione dei patti e delle condizioni economiche originariamente previste. In prossimità della successiva scadenza il Comune, pur intenzionato a procedere all’indizione di una gara per

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

“Legge di bilancio 2019”: il commento comma per comma delle principali novità per gli Enti Locali 

E’ stata pubblicata sulla G.U. n. 302 del 31 dicembre 2018 – S.O. n. 62, la Legge 31 dicembre 2018,

Bilancio di previsione 2020-2022: le misure di impatto della “Legge di bilancio 2020-2022” e del “Decreto fiscale 2020”

Sono molte le disposizioni recate dalla “Manovra di bilancio 2020” (Legge n. 160/2019) e dal “Decreto fiscale” di fine anno

Decreto “Cura Italia”: molti i dubbi già espressi dagli Enti Locali sulle disposizioni in materia fiscale, che necessitano di chiarimento

Con riferimento alle novità in materia di proroghe fiscali, contenute nel Dl. n. 18 del 17 marzo 2020, pubblicato sulla