Sindaco: contributi previdenziali ed assistenziale

Sindaco: contributi previdenziali ed assistenziale

Nella Delibera n. 31 del 26 febbraio 2020 della Corte dei conti Abruzzo, un Sindaco ha chiesto un parere in merito alla doverosità del versamento dei contributi previdenziali ed assistenziali in favore di tale organo. La Sezione ha chiarito che l’art. 86 del Dlgs. n. 267/2000 (Tuel) prescrive agli Enti Locali il versamento degli oneri assistenziali, previdenziali e assicurativi, ai rispettivi istituti previdenziali, ai soli lavoratori, dipendenti o meno, che espletano un mandato amministrativo fra quelli previsti nel predetto art. 86, comma 1, in un Ente Locale avente la grandezza demografica stabilita e che abbiano deciso di destinare il tempo che avrebbero impiegato per le proprie attività lavorative al servizio della comunità in cui sono stati eletti. Perché ricorra l’obbligo da parte dell’Ente del versamento degli oneri assistenziali, previdenziali e assicurativi in favore dell’amministratore locale, la norma richiede che ricorrano due requisiti concomitanti: l’elezione ad una carica elettiva ed il conseguente sacrificio del tempo destinato all’ordinaria propria attività lavorativa.

In conclusione, per la configurazione di tale obbligo di versamento in carico all’Ente è necessario che l’Amministratore pubblico abbia chiaramente sospeso una qualsivoglia attività lavorativa. L’obbligazione decorre dal momento in cui l’Amministratore locale è assunto e non riguarda periodi precedenti nel caso questi non fosse un lavoratore – dipendente o meno – al momento in cui è stato chiamato a ricoprire il mandato pubblico. All’eletto che non abbia precedentemente ricoperto alcun rapporto lavorativo spetterà l’indennità di funzione ai sensi dell’art. 82 del Tuel così come determinata nella regolamentazione ministeriale conseguente.


Related Articles

“Piano triennale dei fabbisogni di personale”: istituzione di nuova figura dirigenziale

Nella Delibera n. 37 del 3 aprile 2020 della Corte dei conti Abruzzo, un Sindaco ha precisato di avere approvato

Dichiarazioni fiscali anno 2015: disponibili Modelli 2016 di “Cu”, Dichiarazione Iva, “730” e “770”

Sono stati emanati e diffusi sul sito dell’Agenzia delle Entrate diversi Provvedimenti datati 15 gennaio 2016, con i quali sono

Soppressione del trattenimento in servizio e risoluzione unilaterale del rapporto di lavoro: le linee interpretative della Funzione pubblica

Le misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l’efficienza degli Uffici giudiziari contenute nel Dl. n.

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.