Società “in house providing”: la Cassazione ribadisce che le controversie sulle assunzioni sono di competenza del Giudice ordinario

Società “in house providing”: la Cassazione ribadisce che le controversie sulle assunzioni sono di competenza del Giudice ordinario

Nella Sentenza n. 7222 del 28 marzo 2018 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità affermano che le procedure seguite dalle Società cosiddette “in house providing” per l’assunzione di personale dipendente sono sottoposte alla giurisdizione del Giudice ordinario.

Dunque, le vicende dei rapporti di lavoro del suddetto personale sono regolate dal diritto del lavoro privato e a tale regolamentazione deve aversi riguardo per valutare anche gli aspetti funzionali ed estintivi dei rapporti medesimi, oltre che quelli genetici.


Related Articles

Codice dei contratti: rimesse alla Corte di giustizia Ue alcune questioni sull’affidamento in house

Sulla rimessione alla Corte di giustizia dell’Ue di alcune questioni sull’affidamento in house ex artt. 192, c. 2, del Codice

Farmacie: istituzione di nuove sedi senza l’acquisizione dei pareri dell’Asl e dell’Ordine dei Farmacisti

Il Consiglio di Stato, con la Sentenza n. 5542 dell’11 novembre 2014, si è espresso sull’istituzione di nuove sedi farmaceutiche

Piano razionalizzazione Società: applicabilità alle partecipazioni ai Consorzi di servizi tra Enti Locali

Nella Delibera n. 205 del 30 marzo 2015 della Corte dei conti Veneto, un Sindaco chiede un parere circa l’applicabilità

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.