Società “in house”: responsabilità degli Amministratori per spese che superano quanto autorizzato dal Comune azionista e concedente

Società “in house”: responsabilità degli Amministratori per spese che superano quanto autorizzato dal Comune azionista e concedente

Nella Sentenza n. 364 del 4 dicembre 2017 della Corte dei conti Lazio, vengono convenuti in giudizio il Presidente e i Componenti del Cda di una Società “in house” creata per la gestione di “servizi pubblici” e del Patrimonio comunale. In particolare, viene chiesta la condanna al pagamento in favore del Comune in questione di Euro 1.557.413,20, oltre interessi e rivalutazione, per il presunto danno erariale corrispondente alle complessive perdite patrimoniali subìte nel corso del triennio 2005/2007 dall’Ente Locale a causa della ricapitalizzazione della Società.

Dunque, la questione è caratterizzata da fenomeni di “mala gestio

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Processo tributario: è nulla la Sentenza Ctr che non esplicita le motivazioni

Nella Sentenza n. 20648 del 14 ottobre 2015 della Corte di Cassazione, i Giudici affermano che è affetta da nullità

“#prideandprejudice” capitolo 5: il contributo ai “Fondi salva-Stati”

Il quinto dato su cui il Ministero dell’Economia e delle Finanze – con Comunicato 22 novembre 2014 – ha deciso

Istat: pubblicato l’aggiornamento dell’Indice sul costo della vita a febbraio 2015

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 72 del 27 marzo 2015 il Comunicato dell’Istat contenente l’aggiornamento al mese di febbraio