Società mista a partecipazione pubblica: divieto di avvalimento nelle gare indette per la selezione del socio privato

Società mista a partecipazione pubblica: divieto di avvalimento nelle gare indette per la selezione del socio privato

Nella Sentenza n. 152 del 30 marzo 2017 del Tar Abruzzo, una Società operante nel Settore dei “Servizi pubblici di igiene urbana” impugna il bando con il quale un Comune ha indetto una gara a “doppio oggetto” per la selezione del soggetto che dovrà acquisire le quote del socio privato uscente della Società mista a partecipazione pubblica (una Spa) nonché per l’attribuzione al socio privato selezionato di compiti operativi per la gestione di “servizi pubblici locali” (“Servizio di igiene ambientale”, “Servizi cimiteriali”, “Servizi di segnaletica stradale, di manutenzione aree

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

“Ddl. stabilità”: le novità relative ai servizi pubblici locali a rete di rilevanza economica

L’art. 43, rubricato “Razionalizzazione delle Società partecipate locali disposizione in esame”, interviene integrando l’art. 3-bisdel Dl. n. 138/11, rubricato “Ambiti

Affidamento “in house”

Nell’Ordinanza n. C-89/19 a C-91/19 del 6 febbraio 2020 della Corte di Giustizia europea, i Giudici si esprimono sulla questione