Spesa di personale: la mobilità è neutrale in termini finanziari

Spesa di personale: la mobilità è neutrale in termini finanziari

Nella Delibera n. 378 del 19 dicembre 2014 della Corte dei conti Lombardia, un Comune chiede un parere sulla corretta interpretazione dell’art. 3, comma 5-quater, del Dl. n. 90/14, convertito dalla Legge n. 114/14, riguardante i vincoli in materia di assunzione di personale a tempo indeterminato da parte degli Enti Locali. La Sezione ha affermato che la spesa corrispondente alle cessazioni di personale avvenute nel 2011 non può essere considerata ai fini del computo dei limiti stabiliti dall’art. 3, commi 5 e 5-quater, del Dl. n. 90/14 per procedere a nuove assunzioni negli anni 2014 e

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Tags assigned to this article:
mobilitàpersonalespesa

Related Articles

Gestione economale: resa del conto deve essere composta almeno da due parti, carico e scarico

Nella Sentenza n. 40 del 3 febbraio 2020 della Corte dei conti Veneto, si afferma che il conto dell’Economo deve

La nuova disciplina delle assunzioni a tempo indeterminato: estensibilità o meno alle Unioni di Comuni

La problematica relativa all’estensione applicativa della disciplina dell’art. 33, comma 2, del Dl. n. 34/2019, anche alle Unioni di Comuni

Tarsu: approvazione del bilancio di previsione è il termine ultimo per adeguare le tariffe

  Nella Sentenza n. 2169 del 20 aprile 2017 del Tar Campania, un Comune ha impugnato, chiedendone l’annullamento, la Delibera