“Split payment”: dalla Ue arriva l’autorizzazione alla proroga al 30 giugno 2020, interessate anche le Società pubbliche

“Split payment”: dalla Ue arriva l’autorizzazione alla proroga al 30 giugno 2020, interessate anche le Società pubbliche

 E’ stata pubblicata sulla G.U. dell’Unione europea del 6 maggio 2017, la Decisione di esecuzione (Ue) n. 2017/784 del Consiglio dell’Unione europea 25 aprile 2017, già anticipata e prevista dagli addetti ai lavori, che autorizza l’Italia a prorogare l’applicazione dello “split payment” fino al 30 giugno 2020.

La Decisione contiene peraltro alcune novità sostanziali rispetto al meccanismo attualmente in vigore, novità che dovranno essere applicate dal 1° luglio 2017.

All’art. 1 è previsto che, in deroga all’art. 206 della Direttiva 2006/112/Ce, l’Italia è autorizzata a disporre che l’Iva dovuta sulle cessioni di beni e sulle prestazioni di servizi

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Trasferimenti erariali: erogato l’acconto dei contributi relativi alle fusioni di Comuni

Con il Comunicato 10 luglio 2017, il Ministero dell’Interno-Direzione centrale della Finanza locale, ha reso nota l’avvenuta disposizione, in data

Acquisti beni e servizi P.A.: pubblicati i primi prezzi di riferimento in ambito non sanitario

L’Autorità nazionale Anticorruzione ha pubblicato il 29 settembre 2015 i primi prezzi di riferimento in ambito non sanitario. Ricordiamo che

Elezioni amministrative ed europee del 26 maggio 2019: emanata una Circolare della Finanza locale sulle spese elettorali

La Direzione centrale per la Finanza locale presso il Ministero dell’Interno, in considerazione del fatto che gli oneri derivanti dai