Tariffe e aliquote tributi: nessuna possibilità di modificarli oltre il termine per salvaguardare equilibri di bilancio

Tariffe e aliquote tributi: nessuna possibilità di modificarli oltre il termine per salvaguardare equilibri di bilancio

Nella Delibera n. 54 dell’11 febbraio 2016 della Corte dei conti Sicilia un Comune ha formulato una richiesta di parere chiedendo di conoscere se, per mantenere gli equilibri di bilancio, successivamente al 30 settembre 2015 e comunque entro la data di adozione del bilancio di previsione, si possa adottare il Piano finanziario del “Servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani”, modificando le tariffe e le aliquote relative ai tributi di propria competenza.

La Sezione osserva che, ai sensi dell’art. 1, comma 169, della Legge n. 296/06, “gli Enti Locali deliberano le tariffe e le aliquote

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Iva: le prestazioni di servizio correlate alla messa a disposizione di immobili offerte a soggetti non residenti scontano l’Imposta in Italia

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 77 del 22 novembre 2018, ha chiarito che le prestazioni

Fatturazione elettronica: sul sito del Mef ulteriori chiarimenti sulle P.A. interessate

A 3 settimane dall’addio alle fatture cartacee per gli Enti Locali (e non solo),il Ministero dell’Economia e delle Finanze è

Imus: il nuovo prelievo “resta al palo” fino all’emanazione del Regolamento ministeriale

È stata pubblicata sul sito web istituzionale del Mef-Dipartimento delle Finanze, la Risoluzione 12 gennaio 2015, n. 1/DF, avente ad