Tarsu: onere di allegazione degli atti all’avviso di accertamento

Tarsu: onere di allegazione degli atti all’avviso di accertamento

Nella Sentenza n. 16289 del 30 giugno 2017 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità si esprimono in merito all’onere di allegazione degli atti presupposti da parte dell’Ente impositore.

La Suprema Corte statuisce che il predetto onere è pacificamente riferibile anche agli avvisi di accertamento Tarsu. Tale formalità si applica agli atti che rappresentano la motivazione della pretesa tributaria che deve essere applicata nell’avviso e non agli atti di carattere normativo o regolamentare che legittimano il potere impositivo e che sono oggetto di conoscenza “legale” da parte del contribuente. Inoltre, la Suprema Corte precisa che, in tema di Tarsu, non è configurabile alcun obbligo di motivazione della Delibera comunale di determinazione della tariffa di cui all’art. 65, del Dlgs. n. 507/93, poiché la stessa, al pari di qualsiasi atto amministrativo a contenuto generale o collettivo, si rivolge ad una pluralità indistinta, anche se determinabile ex post, di destinatari occupanti o detentori, attuali o futuri, di locali ed aree tassabili.


Related Articles

Unioni montane: il Comune deve sommare la propria spesa di personale alla quota-parte di quella per i dipendenti dell’Unione

Nella Delibera n. 133 del 9 novembre 2016 della Corte dei conti Piemonte, un Sindaco chiede un parere in ordine

Immigrazione: la Conferenza unificata dà il “via libera” alla creazione di altri 1.010 posti Sprar per minori non accompagnati

Il Sistema di accoglienza per i minori non accompagnati conterà dal prossimo 1° dicembre 2015 n. 1.010 nuovi posti. Ad

Limite spesa personale a tempo determinato: nessuna eccezione in caso di maternità o assenze per malattie in piccoli Comuni

Nella Delibera n. 391 del 26 giugno 2017 della Corte dei conti Veneto, un Comune chiede di conoscere se per