Tarsu: onere di allegazione degli atti all’avviso di accertamento

Tarsu: onere di allegazione degli atti all’avviso di accertamento

Nella Sentenza n. 16289 del 30 giugno 2017 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità si esprimono in merito all’onere di allegazione degli atti presupposti da parte dell’Ente impositore.

La Suprema Corte statuisce che il predetto onere è pacificamente riferibile anche agli avvisi di accertamento Tarsu. Tale formalità si applica agli atti che rappresentano la motivazione della pretesa tributaria che deve essere applicata nell’avviso e non agli atti di carattere normativo o regolamentare che legittimano il potere impositivo e che sono oggetto di conoscenza “legale” da parte del contribuente. Inoltre, la Suprema Corte precisa che, in tema di Tarsu, non è configurabile alcun obbligo di motivazione della Delibera comunale di determinazione della tariffa di cui all’art. 65, del Dlgs. n. 507/93, poiché la stessa, al pari di qualsiasi atto amministrativo a contenuto generale o collettivo, si rivolge ad una pluralità indistinta, anche se determinabile ex post, di destinatari occupanti o detentori, attuali o futuri, di locali ed aree tassabili.


Related Articles

Convenzioni con Cooperative sociali di tipo b): devono essere precedute da una procedura che garantisca trasparenza 

Nella Sentenza n. 520 del 22 maggio 2015 Tar Liguria, Sezione Seconda, il ricorrente lamenta alcune illegittimità commesse durante un

“Smart cities” e protezione dati: uno studio del Parlamento europeo analizza le potenziali criticità

Un recente studio commissionato dal Parlamento europeo dal titolo “Artificial Intelligence and Urban Development” evidenzia che l’applicazione delle tecnologie di

Azienda speciale: per la revoca dell’incarico di Amministratore non occorrono particolari motivazioni

Nella Sentenza n. 1379 dell’11 marzo 2019 del Tar Campania, un Sindaco ha revocato l’incarico al Presidente di una Azienda