Tarsu/Tari: non sono ammissibili variazioni di tariffe successivamente all’approvazione del bilancio di previsione

Tarsu/Tari: non sono ammissibili variazioni di tariffe successivamente all’approvazione del bilancio di previsione

Nella Delibera n. 178 del 26 ottobre 2017 della Corte dei conti Sicilia, un Sindaco ha chiesto una serie di chiarimenti in ordine alla corretta interpretazione dell’art. 1, comma 169, della Legge n. 196/06, in relazione all’art. 193, comma 3 del Dlgs. n. 267/00, nella parte introdotta dall’art. 1, comma 444 della Legge n. 228/12, successivamente sostituita dall’art. 74 del Dlgs. n. 118/11, relativa alla potestà di apportare modifiche alle aliquote ed alle tariffe dei Tributi comunali entro il 31 luglio del 2017, per il ripristino degli equilibri di bilancio. In particolare, viene chiesto se gli Enti, che hanno approvato

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Autonomia regionale differenziata: i casi di Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna

Come noto, l’art. 116, comma 3, della Costituzione, prevede che la Legge ordinaria possa concedere alle Regioni a Statuto ordinario

Tarsu: l’attività di raccolta e di gestione dei rifiuti delle aree autostradali compete al Concessionario

Nell’Ordinanza n. 1341 del 18 gennaio 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che, nell’ambito delle aree

Istat: pubblicato l’aggiornamento dell’Indice sul costo della vita a ottobre 2016

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 279 del 13 settembre 2016 il Comunicato dell’Istat contenente l’aggiornamento al mese di ottobre