Tasi: se colpisce solo una categoria è illegittima

Tasi: se colpisce solo una categoria è illegittima

Nella Sentenza n. 1927 del 2 settembre 2015 del Tar Lombardia, i Giudici rilevano che, a tenore dei lavori preparatori della Legge n. 147/13, il presupposto impositivo della Tasi “è costituito dal possesso o dalla detenzione di immobili, nella considerazione che da tali circostanze deriva il fondamento sul quale poggia l’onere di contribuzione per la fruizione dei servizi indivisibili erogati dal comune in relazione all’ubicazione degli immobili stessi”. Dunque, nel disegno del Legislatore, il Tributo di cui si tratta dovrebbe essere funzionale al finanziamento dei servizi indivisibili di cui gode il possessore o il detentore di un immobile

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Imposta sulla pubblicità: è dovuta dalle Agenzie immobiliari che espongono cartelli in vetrina

Le Agenzie immobiliari che espongono cartelli in vetrina sono tenuti a pagare l’imposta sulla pubblicità. A sancire questo principio, attraverso

Imu: i chiarimenti del Mef in merito alla redazione della Delibera di approvazione delle aliquote

È stata pubblicata sul sito web istituzionale del Mef-Dipartimento Finanze, la Risoluzione 18 febbraio 2020 n. 1/Df, rubricata “Imposta municipale

Servizi di Tesoreria: al via i Questionari sulle modalità di affidamento da parte dei Comuni

Con il Comunicato 18 gennaio 2016, il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale, ha annunciato l’avvio di un’indagine