Trasferimenti erariali: ripartite tra i Comuni interessati le Addizionali comunali sui diritti d’imbarco dei passeggeri aerei

Trasferimenti erariali: ripartite tra i Comuni interessati le Addizionali comunali sui diritti d’imbarco dei passeggeri aerei

Con il Comunicato 18 maggio 2020, pubblicato sul proprio sito istituzionale, il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale, ha reso noto che, con Provvedimento 15 maggio 2020, sono state erogate ai Comuni interessati (quelli che sono sede di Aeroporti o che confinano con altri che lo siano), le somme acquisite al bilancio dello Stato per l’anno 2020 a titolo di Addizionale comunale sui diritti d’imbarco di passeggeri sugli aeromobili.

Ai sensi dell’art. 2, comma 11, lett. a), della Legge n. 350/2003, gli importi in questione sono destinati a tutti i Comuni nel cui territorio insista o risulti confinante un sedime aeroportuale.

Ogni Ente può consultare la somma corrispostagli all’interno della Sezione “Consulta le banche dati”– “Pagamenti” del sito istituzionale della Direzione centrale della Finanza locale.

Complessivamente le risorse ripartite nel corrente esercizio finanziario ammontano ad Euro 6.594.836.

Eventuali richieste di chiarimento relative all’aspetto finanziario possono essere rivolte agli indirizzi mail: daniela.persiani@interno.it e amelia.mazzariello@interno.it. Qualsiasi dubbio di altra natura dovrà invece essere esposto al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – Dipartimento per i Trasporti, gli Affari generali ed il Personale – Direzione generale per gli Aeroporti ed il Trasporto Aereo, competente in materia.


Related Articles

“Coronavirus”: la Circolare della Funzione pubblica sullo smart working

Il Ministero per la P.A. – Dipartimento della Funzione pubblica, ha emanato, in data 2 marzo 2020, la Circolare n.

Riscossione: l’Iva sulle spese postali anticipate dalla Società concessionaria del servizio sono a carico del Comune?

Il testo del quesito: “A seguito di un rapporto contrattuale di tipo concessorio tra una Società e il Comune, nel

Fatture con rilascio certificazione del credito: qual è la scadenza da inserire nella rilevazione della tempestività dei pagamenti?

Il testo del quesito: “Per le fatture per le quali è stata richiesta dal fornitore, e rilasciata dall’Ente, certificazione del

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.