Trasferimenti erariali: ripartito il “Fondo per contenziosi connessi a Sentenze esecutive relative a calamità o cedimenti”

Trasferimenti erariali: ripartito il “Fondo per contenziosi connessi a Sentenze esecutive relative a calamità o cedimenti”

Il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale, ha reso noti, con il Comunicato 4 luglio 2018, gli importi attribuiti ai Comuni a seguito di Sentenze esecutive di risarcimento conseguenti a calamità naturali o cedimenti strutturali.

La ripartizione delle risorse, afferenti all’apposito “Fondo” istituito dall’art. 4 del Dl. n. 113/16, convertito dalla Legge n. 160/16 (c.d. “Decreto Enti Locali”), è stata stabilita da un emanando Dpcm. che ha incassato il “via libera” della Conferenza Stato-Città del 21 giugno 2018.

I 20 milioni di Euro disponibili allo scopo per il 2016 sono stati ripartiti tra un totale di 7 Comuni, i quali possono consultare nel dettaglio quanto attribuito loro attraverso l’Allegato “A” del Comunicato in commento.

Scopo della disposizione è prevenire situazioni di dissesto finanziario in quei Comuni che, a causa di Sentenze esecutive di risarcimento conseguenti a calamità naturali o cedimenti strutturali (verificatesi prima del 25 giugno 2016) o ad accordi transattivi ad esse collegate, si trovino a dover erogare risarcimenti superiori alla metà del loro bilancio di parte corrente, come risultante dai rendiconti dell’ultimo triennio. Il Modello per la certificazione e le modalità di trasmissione dello stesso sono state fissate dal Dm. Interno 5 marzo 2018.


Related Articles

Deficitarietà strutturale: approvati i Modelli per le certificazioni inerenti alla dimostrazione del costo dei servizi 2015

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 53 del 4 marzo 2016 il Decreto Ministero dell’Interno 23 febbraio 2016, recante “Dimostrazione

Revisori delle Regioni: deliberate le “Linee guida” per le relazioni sui rendiconti regionali per l’esercizio 2016

La Sezione Autonomie della Corte dei conti, con Deliberazione n. 8/SezAut/2017/Inpr, approvata nell’Adunanza del 30 marzo 2017, ha approvato le

Costituzione deposito presso Mef per indennità di esproprio: chi è il sostituto d’imposta al momento del versamento al beneficiario?

Il testo del quesito: “Dobbiamo costituire un deposito presso il Mef per indennità di esproprio e occupazione di urgenza provvisoriamente

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.