Trasferimenti erariali: ripartito il “Fondo per contenziosi connessi a Sentenze esecutive relative a calamità o cedimenti”

Trasferimenti erariali: ripartito il “Fondo per contenziosi connessi a Sentenze esecutive relative a calamità o cedimenti”

Il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale, ha reso noti, con il Comunicato 4 luglio 2018, gli importi attribuiti ai Comuni a seguito di Sentenze esecutive di risarcimento conseguenti a calamità naturali o cedimenti strutturali.

La ripartizione delle risorse, afferenti all’apposito “Fondo” istituito dall’art. 4 del Dl. n. 113/16, convertito dalla Legge n. 160/16 (c.d. “Decreto Enti Locali”), è stata stabilita da un emanando Dpcm. che ha incassato il “via libera” della Conferenza Stato-Città del 21 giugno 2018.

I 20 milioni di Euro disponibili allo scopo per il 2016 sono stati ripartiti tra un totale di 7 Comuni, i quali possono consultare nel dettaglio quanto attribuito loro attraverso l’Allegato “A” del Comunicato in commento.

Scopo della disposizione è prevenire situazioni di dissesto finanziario in quei Comuni che, a causa di Sentenze esecutive di risarcimento conseguenti a calamità naturali o cedimenti strutturali (verificatesi prima del 25 giugno 2016) o ad accordi transattivi ad esse collegate, si trovino a dover erogare risarcimenti superiori alla metà del loro bilancio di parte corrente, come risultante dai rendiconti dell’ultimo triennio. Il Modello per la certificazione e le modalità di trasmissione dello stesso sono state fissate dal Dm. Interno 5 marzo 2018.


Related Articles

Iva: primi chiarimenti del Mef sullo split payment in attesa del Decreto attuativo

Con un Comunicato stampa del 9 gennaio 2015 il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha fornito i primi chiarimenti in

Contratti pubblici: è necessario applicare il bollo su quelli stipulati tramite “Mepa”?

Il testo del quesito: “Vorremmo avere dei chiarimenti in riferimento all’Imposta di bollo di Euro 16 da applicare ai contratti

Nomina Dirigenti senza concorso: la Corte Costituzionale sancisce l’illegittimità dell’art. 8, comma 24, del Dl. n. 16/12

Nella Sentenza n. 37 del 17 marzo 2015 della Corte Costituzionale, i Giudici si sono espressi sull’art. 8, comma 24,

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.