Trasferimento contanti: in vigore dal 1° luglio 2020 la nuova soglia di 2.000 Euro

Trasferimento contanti: in vigore dal 1° luglio 2020 la nuova soglia di 2.000 Euro

A partire dal 1° luglio 2020, il divieto di trasferimento del denaro contante e di titoli al portatore, sia in Euro che in valuta estera, effettuato a qualsiasi titolo tra soggetti diversi siano esse persone fisiche o giuridiche, nonché la soglia per la negoziazione a pronti di mezzi di pagamento in valuta (svolta dai soggetti iscritti nella Sezione prevista dall’art. 17-bis del Dlgs. n. 141/2010), è ridotto da Euro 3.000 ad Euro 2.000.

Sta infatti per entrare in vigore la modifica apportata all’art. 49 del Dlgs. n. 231/2007, dall’art. 18 del Dl. 26 ottobre 2019, n. 124, detto anche Collegato alla “Legge di bilancio 2020”, rubricato “Disposizioni urgenti in materia finanziaria e per esigenze indifferibili” e meglio noto come “Decreto fiscale” (convertito con Legge n. 157/2019).
Ricordiamo che la norma è stata introdotta con l’intento di prevenire il riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo.


Il nuovo tetto, pari a Euro 2.000, sarà in vigore fino al 31 dicembre 2021. A decorrere dal 1° gennaio 2022, l’importo – sempre in applicazione del citato art. 18 – sarà ulteriormente ridotto, arrivando alla cifra di Euro 1.000.
Ricordiamo che il medesimo “Decreto Fiscale” ha modificato anche le sanzioni applicabili in caso di violazione delle nuove soglie. Il nuovo comma 1-ter, art. 63, del Dlgs. n. 231/2007, ha infatti disposto che il minimo edittale delle sanzioni irrogabili per chi violi le disposizioni di cui sopra, sia pari a Euro 2.000.
Per le violazioni commesse e contestate a decorrere dal 1° gennaio 2022, il minimo edittale delle sanzioni irrogabili sarà inoltre ulteriormente abbassato a Euro 1.000.


Related Articles

Ici: non è oggetto dell’Imposta il fabbricato della Cooperativa se è rurale

Nella Sentenza n. 29 del 1° febbraio 2016 della Ctr Sardegna, i Giudici affermano che non è oggetto di Ici

Fondi paritetici interprofessionali: per l’Anac si applicano le procedure di aggiudicazione previste dal “Codice degli Appalti”

Il Presidente dell’Anac, Raffaele Cantone, ha inviato il 15 gennaio 2016 al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano

Concessione in comodato d’uso gratuito di immobile comunale: via libera se si persegue interesse pubblico e operazione è sostenibile

Nella Delibera n. 357 del 21 dicembre 2016 della Corte dei conti Campania, un Sindaco ha chiesto di sapere se

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.