Trasferimento d’impresa: quando non sussiste alcun trasferimento materiale ma vi è solo trasferimento del personale

Trasferimento d’impresa: quando non sussiste alcun trasferimento materiale ma vi è solo trasferimento del personale

Avvocato Generale E. Sharpstone, 11 luglio 2019 n. C-298/18

Sulla sussistenza o meno di un trasferimento di impresa quando non si verifichi alcun trasferimento significativo di beni materiali, ma il personale impiegato dal precedente operatore sia riassunto, per la maggior parte, dal nuovo operatore.

Nell’accertare se un’entità economica abbia conservato la propria identità e, quindi, se si sia verificato un trasferimento di impresa ai fini dell’art. 1, par. 1, lett. b), della Direttiva 2001/23/CE del Consiglio 12 marzo 2001, concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative al mantenimento dei diritti dei lavoratori in caso di trasferimenti di imprese, di stabilimenti o di parti di imprese o di stabilimenti, il giudice nazionale deve:

– tenere pienamente conto dell’obiettivo principale di tale direttiva, vale a dire la tutela dei lavoratori e il mantenimento dei loro diritti in caso di cambiamento di imprenditore; e

– valutare tutti i fatti e le circostanze concernenti l’operazione in questione, ivi compreso qualunque vincolo di natura giuridica, tecnica e ambientale legato alla gestione dell’attività commerciale in questione.

Se la presa in carico di beni materiali significativi è in pratica esclusa dall’esistenza di siffatti vincoli giuridici di natura tecnica e ambientale, il Giudice nazionale non deve considerare tale aspetto dell’operazione come necessariamente decisivo ai fini della decisione se vi sia stato o non vi sia stato un trasferimento di impresa ai sensi dell’art. 1, par. 1, lett. b), della Direttiva 2001/23.

Continua a leggere su Diritto dei servizi pubblici locali

Questo contenuto è stato selezionato per i nostri lettori dallo Studio legale Tessarolo, editore di Diritto dei servizi pubblici e partner di Centro Studi Enti Locali.

 

Diritto dei servizi pubblici è una rivista giuridica telematica che, dal 2001, raccoglie informazioni, articoli, leggi, sentenze ed altri provvedimenti su numerosi argomenti di diritto, con particolare riferimento al diritto dei servizi pubblici locali, a cura dello Studio Legale Tessarolo.


Related Articles

Procedura informatica “Docfa”: la variazione catastale vale dall’anno d’imposta successivo

Nell’Ordinanza n. 21760 del 7 settembre 2018 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità affermano che, in tema di

“Decreto Milleproroghe”: probabile slittamento dei termini per Imus, gestione associata piccoli Comuni e Centrali uniche

Proroga di un anno dell’entrata in vigore dell’Imposta municipale secondaria posticipata: differimento al 31 dicembre 2015 del termine per la

Affidamento del Servizio di Tesoreria comunale: possibilità di prevedere un corrispettivo in favore del Tesoriere

Nella Delibera n. 205 del 21 novembre 2014 della Corte dei conti Puglia, un Sindaco chiede se è legittimo, in

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.