“Trasparenza”: le spese di gestione dei siti web istituzionali non rientrano nei limiti di spesa

“Trasparenza”: le spese di gestione dei siti web istituzionali non rientrano nei limiti di spesa

Importante Parere della Corte dei conti della Liguria in risposta ad un quesito avanzato da un Comune ligure in materia di spese che il Comune può sostenere per il proprio sito istituzionale, che ha preso le mosse dall’art. 6, comma 8, del Dl. n. 78/10, convertito dalla Legge n. 122/10, secondo il quale, “a decorrere dall’anno 2011 le Amministrazioni pubbliche non possono effettuare spese per relazioni pubbliche, convegni, mostre, pubblicità e di rappresentanza, per un ammontare superiore al 20% della spesa sostenuta nell’anno 2009 per le medesime finalità”.

Il Comune, ritenendo che in quel limite rientrassero anche le

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Il pubblico impiego fra “Legge di stabilità” e “Decreto Milleproroghe”

La “Legge di stabilità” La Legge 23 dicembre 2014, n. 190 (“Legge di stabilità 2015”) è stata approvata in via

Società in controllo pubblico: in G.U. il Decreto per la ricognizione del personale in esubero e agevolazione dei processi di mobilità

E’ stato pubblicato in G.U. n. 299 del 23 dicembre 2017 il Decreto 9 novembre 2017, concernente “Disposizioni di attuazione

“Riforma Madia”: in G.U. il Decreto “correttivo” al “Tusp” in materia di Società a partecipazione pubblica

È stato pubblicato nella G.U. n. 147 del 26 giugno 2017 il Decreto legislativo 16 giugno 2017, n. 100, concernente