Tributi erariali 2014: flessione delle Imposte dirette ma in rialzo le entrate derivanti alla lotta all’evasione

Tributi erariali 2014: flessione delle Imposte dirette ma in rialzo le entrate derivanti alla lotta all’evasione

Le entrate tributarie erariali hanno portato nelle casse dello Stato poco meno di 354 miliardi di Euro nel periodo compreso tra gennaio e novembre 2014, registrando una flessione pari allo 0,4% (–1.260 milioni di Euro).

A renderlo noto, con il Comunicato n. 3 del 5 gennaio 2014, è il Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Negativo l’andamento di tutte le Imposte dirette che complessivamente hanno prodotto un gettito di 185.300 milioni di Euro (- 2,5% rispetto allo stesso periodo 2013).

Nello specifico, l’Irpef presenta una variazione negativa dell’1,2%, l’Ires un calo dell’11,8% (pari a 2.607 milioni di Euro), l’Imposta sostitutiva su interessi e altri redditi di capitale è stata interessata da un calo del 7,3% (–743 milioni), mentre quella sostitutiva sul risparmio gestito e amministrato del 9,3%. In controtendenza, per effetto delle modifiche alla tassazione dei redditi di natura finanziaria (artt. 3 e 4 del Dl.n. 66/14)il gettito derivante dalle ritenute sugli utili distribuiti dalle persone giuridiche che registra un incremento del 76,8% (pari a 414 milioni di Euro).

Per quanto riguarda le Imposte indirette, i dati indicano invece un incremento del 2,1% (+3.544 milioni di Euro), rispetto a novembre del 2013, per un totale di 168.926 milioni di Euro.

In crescita (dell’1,8%) anche il gettito Iva, quello dell’accisa sui prodotti energetici (+5,3%), quella dell’accisa sul metano (+13,6%) e quello dell’accisasull’energia elettrica e addizionali (+12,1%).

In calo invece le entrate derivanti dall’Imposta di bollo (- 0,7% ) e le entrate relative ai giochi (- 0,1%).

Chiudono il cerchio le entrate tributarie derivanti dall’attività di accertamento e controllo, aumentate del 15,4%.


Related Articles

Trasferimento di impresa

Corte di giustizia europea, Sezione IV, Sentenza 27 febbraio 2020 n. C-298/2018 Trasferimento di impresa – Mantenimento dei diritti dei

Concorsi: valutazione anzianità di servizio

Nella Sentenza n. 292 del 24 maggio 2021 del Tar Abruzzo, i Giudici hanno affermato che ai fini del calcolo

“Covid-19”: Banca d’Italia, “Per il 15% della popolazione il lockdown è costato più di metà reddito”

La fotografia dell’impatto economico della crisi sanitaria scattata da Banca d’Italia con l’Indagine straordinaria sulle famiglie italiane Oltre metà dei