Turn over: per l’utilizzo dei residui va preso a riferimento il triennio precedente all’assunzione

Turn over: per l’utilizzo dei residui va preso a riferimento il triennio precedente all’assunzione

Nella Delibera n. 28 del 22 settembre 2015 la Corte dei conti, Sezione Autonomie, affronta la problematica relativa all’interpretazione dell’art. 3, comma 5, del Dl. n. 90/14, convertito dalla Legge n. 114/14, come da ultimo integrato dall’art. 4, comma 3, del Dl. n. 78/15 convertito con Legge n. 125/15.

Tale norma, contenente la disciplina del turnover per gli Enti soggetti al Patto di stabilità, prevede che, “a decorrere dall’anno 2014 è consentito il cumulo delle risorse destinate alle assunzioni per un arco temporale non superiore a 3 anni, nel rispetto della programmazione del fabbisogno e di quella finanziaria e

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Adeguamento compensi dei Revisori dei conti degli Enti Locali: l’interpretazione del Ministero dell’Interno

È stato pubblicato nei giorni scorsi sul sito istituzionale del Ministero dell’Interno un Parere sull’adeguamento dei compensi dei Revisori dei

Tar Lazio rimette a Corte giustizia UE questioni pregiudiziali sulla compatibilità, con l’ordinamento euro-unitario, dell’art. 1, comma 489, Legge n. 147/13

TAR Lazio, sez. I bis, 4/12/2018 n. 11756 Sono rimesse alla CGE una serie di quest. preg. riguardanti la compatibilità

Deliberazione di determinazione delle aliquote dell’Addizionale comunale Irpef

Nella Delibera n. 332 del 15 ottobre 2015 della Corte dei conti Lombardia, un Sindaco ha inoltrato un quesito con