Vincoli finanza pubblica: Legge dello Stato prevale, nel sistema delle fonti, rispetto a diversa e precedente regolamentazione regionale

Vincoli finanza pubblica: Legge dello Stato prevale, nel sistema delle fonti, rispetto a diversa e precedente regolamentazione regionale

Nella Delibera n. 11 del 1°febbraio 2017 della Corte dei conti Sardegna, un Comune, dopo aver ricordato che la Lr. n. 19/97 disciplina il contributo per l’incentivazione della produttività per il personale dipendente, poi confluito nel “Fondo unico per gli Enti Locali” di cui all’art. 10 della Lr. n. 2/07, e dopo aver richiamato il testo dell’art. 1, comma 236, della Legge n. 208/15 – il quale dispone che “…a partire dal 1° gennaio 2016 l’ammontare complessivo delle risorse destinate annualmente al trattamento accessorio del personale non può superare il corrispondente importo determinato per l’anno 2015…” – chiede un parere in merito alla possibilità di derogare al suddetto limite di contabilità pubblica, assumendo che la normativa regionale abbia valenza di norma speciale rispetto alla previsione del divieto sopra riportato. Ciò in quanto l’Ente intenderebbe destinare al fondo risorse decentrate variabili una somma ai sensi della citata norma della Lr. n.19/97.

La Sezione rileva che le norme richiamate dal Comune richiedente non si pongono in rapporto di specialità, dal momento che non regolano la medesima materia. Infatti, l’art. 10, comma 2 della Lr. n. 2/07, prevede, con riferimento alle modalità di finanziamento delle Autonomie locali, che “l’Ente Locale, in piena autonomia, provvede all’utilizzo delle somme assegnate avendo riguardo al conseguimento delle finalità di cui alle leggi regionali indicate al comma 1, agli interventi occupazionali e alle politiche attive del lavoro e alle funzioni di propria competenza”, e non si occupa quindi di regolamentare la misura del trattamento accessorio del personale. Inoltre, la Sezione chiarisce che anche un ipotetico rapporto di specialità tra la norma regionale e quella statale troverebbe comunque limite nel criterio cronologico, essendo stato successivamente introdotto un vincolo di finanza pubblica da parte di una Legge dello Stato che prevarrebbe, nel sistema delle fonti, rispetto a diversa regolamentazione regionale. Tale normativa assume valenza di principio di coordinamento della finanza pubblica e come tale risulta inderogabile da parte della legislazione regionale.


Related Articles

Emergenze: istituito il “Nucleo tecnico nazionale” per il rilievo del danno e la valutazione di agibilità post-sismica

Con il Dpcm. 8 luglio 2014 (pubblicato sulla G.U. n. 243 del 18 ottobre 2014), è stato istituito il “Nucleo

Affidamento diretto a Società “in house” di servizi strumentali

Dipartimento per gli Affari interni e territoriali, Parere 29 novembre 2019 Organo competente in merito all’affidamento diretto a Società “in

Cassazione: requisiti per definire una Società “in house”

La Corte di Cassazione, il 24 ottobre 2014, ha emanato la Sentenza n. 22609, dove si esprime sui requisiti necessari