Novità editoriale: “Riforma delle partecipate – Il nuovo Testo unico in materia di Società a partecipazione pubblica”

Novità editoriale: “Riforma delle partecipate – Il nuovo Testo unico in materia di Società a partecipazione pubblica”

DISPONIBILE IL NUOVO LIBRO EDITO DA CENTRO STUDI ENTI LOCALI  Riforma delle partecipate – Il nuovo Testo unico in materia di Società a partecipazione pubblica”

Il nuovo “Testo unico in materia di società a partecipazione pubblica” dà attuazione alla delega per il riordino della disciplina in materia di partecipazioni societarie delle  Amministrazioni Pubbliche.
Incardinato nell’ambito della vasta riforma della Pubblica Amministrazione avviata con l’emanazione della Legge n. 124/2015 (“Legge Madia”), il  “Testo unico” introduce – per gli Enti Locali e per le Società a partecipazione pubblica – una serie di novità, adempimenti e scadenze, la cui conoscenza è imprescindibile per tutti gli Operatori e gli Amministratori degli Enti Locali soci, i membri dell’Organo gestorio delle Società “partecipate” ed i rispettivi Revisori, nonché delle stesse Imprese collettive.

Il nuovo volume edito da Centro Studi Enti Locali si propone di agevolare i soggetti in questione nel difficile compito di orientarsi propriamente nel nuovo scenario normativo, in maniera tale da poter tempestivamente adempiere ai nuovi obblighi introdotti dal Legislatore.

La guida si apre con un commento, articolo per articolo, del “Testo unico”, cui fanno seguito una serie di approfondimenti su temi specifici come le “holding comunali”, le Società strumentali e quelle “in house” e miste per la gestione dei “servizi di interesse generale”.

Si segnala inoltre la presenza, al Capitolo IV, di una serie di utili schemi riepilogativi che illustrano in maniera chiara e immediata i nodi salienti della riforma, il nuovo quadro adempimentale di riferimento e i tempi a disposizione per l’adeguamento alla nuova disciplina.

Libro cartaceo: prezzo 30€ (Iva e spedizione incluse)

Ebook: prezzo 15 € (Iva inclusa)

Scarica la brochure informativa


Related Articles

Incarichi a pubblici dipendenti senza autorizzazione: i compensi devono essere versati ai fondi decentrati

Il dipendente di una Pubblica Amministrazione non può svolgere altre attività lavorative (sia subordinate che autonome, sia presso soggetti privati

“Legge di bilancio 2017”: Decaro, “Niente tagli ai Comuni, ci aspettiamo che ciò venga garantito anche alle Città metropolitane”

Con il Comunicato 17 ottobre 2016, il neo eletto Presidente Anci,Antonio Decaro, si è espresso sulle anticipazioni fin qui diramate

Invio in conservazione dell’Archivio fiscale: è ancora necessario procedere nei modi e nei tempi previsti dall’art. 3 Dm. 14 giugno 2014?

Il quesito: “Alla luce del nuovo art. 21, comma 3, Dl. n. 78/10, occorre comunque procedere all’invio in conservazione dell’archivio