7 città inglesi in lizza per l’Eurovision Song Contest 2023, Londra non c’è

7 città inglesi in lizza per l’Eurovision Song Contest 2023, Londra non c’è

(Adnkronos) – Sono 7 le città inglesi entrate nella shortlist delle location candidate ad ospitare l’Eurovision Song Contest del prossimo anno. Si tratta di Birmingham, Glasgow, Leeds, Liverpool, Manchester, Newcastle e Sheffield che si sfideranno per organizzare l’evento a maggio. 

Venti città hanno presentato la loro candidatura – ha reso noto la Bbc – comprese Londra e Belfast. Il Regno Unito è stato scelto per ospitare il concorso dopo che gli organizzatori hanno deciso che non poteva essere ospitato dall’Ucraina, vincitrice del 2022, per ovvi motivi di sicurezza e logistica visto il conflitto ancora in corso con la Russia.  

E l’Inghilterra è stato il candidato naturale a subentrare, visto che il cantante britannico Sam Ryder è arrivato secondo quest’anno a Torino. Dopo l’assegnazone all’Inghilterra, è partita la consueta competizione tra le città del Paese ospitante a cui fanno gola sia le migliaia di visitatori che l’attenzione di circa 160 milioni di telespettatori in tutto il mondo. 

La shortlist ha tenuto conto di una serie di requisiti necessari per l’organizzazione del grande e complesso evento, a partire dalla presenza nelle città candidate di un’arena abbastanza capiente e che possa essere libera per almeno 6 settimane prima dell’evento per permettere l’organizzazione dentro e intorno del famigerato Eurovision Village.  

Dal punto di vista della location, a quanto apprende l’Adnkronos da fonti della Bbc, la città più avvantaggiata sembra essere Manchester con la AO Arena che ha una capienza di 21.000 persone, seguita dal Resorts World di Birmingham (15.685 spettatori di capienza), dall’OVO Hydro di Glasgow (14.300), dal First Direct di Leeds (13.781), dall’Utilita Arena di Sheffield (13.600), dall’Utilita Arena di Newcastle (11.000) e dall’M&S Bank Arena di Liverpool (11.000).  


Related Articles

A Torino il primo laureato nel Metaverso

(Adnkronos) – Una discussione durata poco meno di mezz’ora, le foto di rito con la corona d’alloro in testa e

Green pass 1 febbraio, Draghi firma Dpcm su negozi ‘esenti’

(Adnkronos) – Il premier Mario Draghi ha firmato il Dpcm per le attività commerciali con la lista dei negozi esenti

Pioggia e freddo, arriva anche la neve: ecco dove

Freddo, pioggia e primi fiocchi di neve. Temperatura giù e il maltempo domina la settimana 11-17 ottobre. Mentre un vortice

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.