“730 precompilato”: modalità di utilizzo dei dati delle spese sanitarie

“730 precompilato”: modalità di utilizzo dei dati delle spese sanitarie

 

Con il Provvedimento 31 luglio 2015, il Direttore dell’Agenzia delle Entrate definisce le modalità di utilizzo dei dati delle spese sanitarie utili per l’elaborazione della Dichiarazione dei redditi precompilata prevista dall’art. 1, del Dlgs. n. 175/14.

Tali dati, a partire dall’anno 2016, verranno messi a disposizione dell’Agenzia delle Entrate dal “Sistema Tessera sanitaria”, gestito dal Mef – Ragioneria generale dello Stato, e riguarderanno le ricevute di pagamento, le fatture e gli scontrini fiscali rilasciati al contribuente per l’acquisto di farmaci (anche per uso veterinario ed omeopatico), di dispositivi medici, di protesi, per visite mediche, cure termali ed altre spese rilevanti ai fini del rimborso.

Per accedere ai suddetti dati, l’Agenzia delle Entrate invierà al “Sistema Tessera sanitaria”, tramite sistemi informatici, la lista dei Codici fiscali dei contributi interessati alla Dichiarazione precompilata. Una volta ricevuti i dati relativi alle spese sanitarie, l’Agenzia li elaborerà e ne determinerà l’importo complessivo delle spese fiscalmente “agevolabili” rilevanti per il Modello “730 precompilato”. Gli stessi interessati, a partire dal 15 aprile di ogni anno, potranno consultare direttamente sul sito dell’Agenzia, i dati che li riguardano.

E’ facoltà del contribuente manifestare opposizione a rendere disponibili all’Agenzia delle Entrate i dati relativi alle spese sanitarie sostenute. La manifestazione dell’opposizione può avvenire non comunicando al soggetto che emette lo scontrino, il proprio codice fiscale o chiedendo espressamente al medico o struttura sanitaria l’annotazione sul documento fiscale della volontà di opporsi all’utilizzo dei dati.

Per la cancellazione dei dati relativi alle spese sanitarie sostenute nell’anno 2015, il contribuente può esercitare l’opposizione comunicando all’Agenzia, dal 1°ottobre 2015 al 31 gennaio 2016, la tipologia di spesa da escludere, il codice fiscale, i dati anagrafici, il numero della tessera sanitaria e data di scadenza della stessa.

La comunicazione può essere effettuata:

  • inviando una e-mail all’indirizzo di posta elettronica pubblicato sul sito dell’Agenzia;
  • telefonando al centro assistenza multicanale dell’Agenzia delle Entrate ai numeri: 848.800.444, 0696668907 (da cellulare), +39 0696668933 dall’estero;
  • presentandosi personalmente presso gli Uffici Territoriali dell’Agenzia.

Related Articles

Contrattazione: sottoscritto l’Accordo-quadro solo per i Comparti

In data 15 aprile 2021 è stata sottoscritta l’Ipotesi del Contratto collettivo nazionale-quadro per la definizione dei Comparti e delle

Agevolazioni “prima casa”: non spettano se la collocazione urbanistica è quella di “villa con giardino”

Nella Sentenza n. 13312 del 28 giugno 2016, la Corte di Cassazione afferma che, in tema di benefici fiscali per

Ici: l’area classificata edificabile dal Prg è soggetta al pagamento dell’Imposta anche in presenza di vincoli edificatori

Nella Sentenza n. 575 del 9 giugno 2016 della Ctr dell’Aquila, i Giudici statuiscono che, in materia di Ici, a