Abitazioni di lusso: escluse dal calcolo le superfici non abitabili  

Abitazioni di lusso: escluse dal calcolo le superfici non abitabili   

La Ctr Firenze, con la Sentenza n. 1881 del 30 settembre 2014, ha affermato che, per stabilire se la singola unità immobiliare possa essere qualificata come abitazione di lusso ai sensi del Dm. Ministero dei Lavori pubblici 2 agosto 1969, è necessario riscontrare se la medesima possa essere considerata come abitabile. In particolare, la potenzialità abitativa delle soffitte va valutata alla luce delle caratteristiche tecniche cui devono corrispondere i vani per essere considerati abitabili, secondo la normativa statale e locale vigente. I Giudici hanno chiarito che le soffitte, così come balconi, terrazze, cantine, scale e posto macchina, sono, se non abitabili, escluse dal calcolo della superficie per espressa previsione dell’art. 5, del Dm. Ministero dei Lavori pubblici 2 agosto 1969.


Tags assigned to this article:
Ctrimmobililusso

Related Articles

Elezioni: il 27 novembre 2016 si vota nei Comuni siciliani sciolti per infiltrazione mafiosa

Il Ministero dell’Interno-Direzione centrale dei Servizi elettorali, ha reso noto che, con Decreto 3 ottobre 2016 dell’Assessorato delle Autonomie locali

Tari: chiarimenti del Mef sui rifiuti speciali non assimilabili agli urbani

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze, Dipartimento delle Finanze, ha pubblicato sul proprio sito web istituzionale la Risoluzione 9 dicembre