Abitazioni di lusso: escluse dal calcolo le superfici non abitabili  

Abitazioni di lusso: escluse dal calcolo le superfici non abitabili   

La Ctr Firenze, con la Sentenza n. 1881 del 30 settembre 2014, ha affermato che, per stabilire se la singola unità immobiliare possa essere qualificata come abitazione di lusso ai sensi del Dm. Ministero dei Lavori pubblici 2 agosto 1969, è necessario riscontrare se la medesima possa essere considerata come abitabile. In particolare, la potenzialità abitativa delle soffitte va valutata alla luce delle caratteristiche tecniche cui devono corrispondere i vani per essere considerati abitabili, secondo la normativa statale e locale vigente. I Giudici hanno chiarito che le soffitte, così come balconi, terrazze, cantine, scale e posto macchina, sono, se non abitabili, escluse dal calcolo della superficie per espressa previsione dell’art. 5, del Dm. Ministero dei Lavori pubblici 2 agosto 1969.


Tags assigned to this article:
Ctrimmobililusso

Related Articles

Concessione Impianto sportivo: i criteri premianti possono attenere all’organizzazione dell’operatore economico ed alle qualifiche del personale

Nella Delibera n. 96 del 3 febbraio 2021, l’Anac chiarisce che in una procedura avente ad oggetto l’affidamento in concessione

Condono tributario: applicabile solo alle controversie precedenti al 1º gennaio 2003

Nella Delibera n. 29 del 30 marzo 2015 della Corte dei conti Sardegna, un Sindaco ha richiesto un parere in

Farmacie: incompatibilità dell’oggetto sociale con lo svolgimento dell’attività

Nella Sentenza n. 526 del 4 novembre 2014 del Tar Umbria, i Giudici osservano l’art. 7, comma 2, della Legge