Affidamenti sottosoglia: principi da rispettare

Affidamenti sottosoglia: principi da rispettare

Nella Sentenza n. 1104 del 5 luglio 2018 del Tar Puglia, i Giudici si esprimono sugli appalti di servizi sottosoglia, in particolare, sui principi da rispettare. I Giudici pugliesi rilevano che l’art. 36, comma 1, del Dlgs. n. 50/16, prescrive che “L’affidamento e l’esecuzione di lavori, servizi e forniture di importo inferiore alle soglie di cui all’art. 35 avvengono nel rispetto dei principi di cui agli artt. 30, comma 1, 34 e 42, nonché del rispetto del principio di rotazione degli inviti e degli affidamenti e in modo da assicurare l’effettiva possibilità di partecipazione delle microimprese, piccole e medie

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Assunzioni: reinternalizzazione del servizio di “Polizia locale”

  Nella Delibera n. 331 del 16 novembre 2016 della Corte dei conti Lombardia, un Comune, sebbene abbia aderito, insieme

Centrali uniche committenza: l’Anci chiede una nuova proroga, “si rischia il blocco dell’attività gestionale”

Nuova proroga dell’entrata in vigore della disciplina dell’obbligo di contrattazione mediante Centrale di committenza per i Comuni non capoluogo, che

Società partecipate: in caso di danno causato da condotte illecite dei dipendenti la giurisdizione spetta al Giudice ordinario

Nella Sentenza n. 23306 del 13 novembre 2015 della Corte di Cassazione, i Giudici affermano che sussiste la giurisdizione del

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.