Agevolazioni Ici: spetta ai Comuni la scelta di riconoscerle o meno a chi concede immobili in locazione a canone concordato

Agevolazioni Ici: spetta ai Comuni la scelta di riconoscerle o meno a chi concede immobili in locazione a canone concordato

Nell’Ordinanza n. 7414 del 15 marzo 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità osservano che l’art. 2, comma 4 della Legge n. 431/1998 prevede che i Comuni possono stabilire aliquote Ici inferiori al minimo legale per chi concede gli immobili in locazione a canone agevolato, ma non istituisce un diritto generalizzato ad ottenere tale riduzione di imposta per i locatori.

Quindi, la Legge n. 431/1998 disciplina le locazioni a canone concordato ma non attribuisce direttamente il diritto alle agevolazioni Ici. Di conseguenza, la scelta se stabilire o meno le aliquote inferiori al minimo legale spetta ai Comuni, che devono operarla nel rispetto dell’equilibrio di bilancio. E’ un beneficio che il Comune può deliberare come può non deliberare, ed in tale ultimo caso il proprietario locatore pagherebbe secondo le aliquote ordinarie.


Related Articles

Tari: Nota Ifel sull’applicazione delle tariffe agli Agriturismi

Con la Nota 23 aprile 2019, pubblicata sul proprio sito web istituzionale, l’Ifel ha affrontato il tema delle tariffe Tari

Opere pubbliche: le novità in tema di edilizia scolastica e monitoraggio stato infrastrutture contenute nel “Decreto Genova”

E’ stato pubblicato sulla G.U. 226 del 28 settembre 2018 il Dl. 28 settembre 2018, n. 109, rubricato “Disposizioni urgenti

Riforma delle Province: le Proposte Upi e Anci

Qualcosa si sta muovendo sul fronte della riforma delle Province dopo gli anni seguenti alla Legge n. 56/2014 e alle

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.