Aggiudicazione appalti: sistema del confronto “a coppie” non si presta ad una motivazione letterale

Aggiudicazione appalti: sistema del confronto “a coppie” non si presta ad una motivazione letterale

Nella Sentenza n. 973 del 31 ottobre 2017 del Tar Veneto, la questione controversa in esame riguarda il caso in cui una stazione appaltante utilizzi, per l’aggiudicazione dell’appalto, il sistema del confronto “a coppie”.

I Giudici chiariscono che nelle gare pubbliche il metodo del c.d. “confronto a coppie”, prestabilito dalla “lex specialis” di gara (in cui ogni Commissario esprime un’indicazione preferenziale sulla base di una scala di valori e di coefficienti predeterminati tra un minimo e un massimo), non si presta ad una motivazione letterale, ulteriore rispetto ai singoli valori numerici esternati, essendo la

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Imu-Tasi: l’Ifel stima 11,9 miliardi di introiti complessivi, di cui 9,4 destinati ai Comuni

L’Anci ha diffuso il 16 giugno 2015 sul proprio sito istituzionale delle stime elaborate dalla Fondazione Ifel relativamente agli introiti

“Carta d’identità elettronica”: dal 2 ottobre 2017 l’avvio dell’ultima fase del piano per l’emissione in tutti i Comuni italiani

Con la Circolare n. 8/2017, il Ministero dell’Interno – Direzione centrale per i Servizi Demografici, ha fornito ulteriori chiarimenti in

Mancata stipula contratto: anche se non specificato nel bando, il concorrente può essere condannato a pagare cauzione

Nella Sentenza n. 3755 del 26 giugno 2016 del Consiglio di Stato, Sezione Terza, i Giudici rilevano che per la