Aggiudicazione appalti: sistema del confronto “a coppie” non si presta ad una motivazione letterale

Aggiudicazione appalti: sistema del confronto “a coppie” non si presta ad una motivazione letterale

Nella Sentenza n. 973 del 31 ottobre 2017 del Tar Veneto, la questione controversa in esame riguarda il caso in cui una stazione appaltante utilizzi, per l’aggiudicazione dell’appalto, il sistema del confronto “a coppie”.

I Giudici chiariscono che nelle gare pubbliche il metodo del c.d. “confronto a coppie”, prestabilito dalla “lex specialis” di gara (in cui ogni Commissario esprime un’indicazione preferenziale sulla base di una scala di valori e di coefficienti predeterminati tra un minimo e un massimo), non si presta ad una motivazione letterale, ulteriore rispetto ai singoli valori numerici esternati, essendo la

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Nuovo “Codice degli appalti”: dietrofront Anac-Mit, si applica ai bandi pubblicati a partire dal 20 aprile 2016

Le disposizioni introdotte dal nuovo “Codice degli Appalti” di cui al Dlgs. n. 50/16 riguardano i bandi e gli avvisi

Comuni che ospitano Centrali nucleari: in arrivo i contributi compensativi

È stata pubblicata in G.U. n. 301 del 29 dicembre 2018 la Delibera Cipe n. 57 del 25 ottobre 2018,

“Pubblico Impiego” privatizzato e congedo parentale

Nella Sentenza n. 233 dell’8 luglio 2019 del Tar Molise, i Giudici chiariscono che durante il periodo di fruizione del