Albo nazionale dei Commissari di gara: è attivo l’applicativo per trasmettere la domanda di iscrizione

Albo nazionale dei Commissari di gara: è attivo l’applicativo per trasmettere la domanda di iscrizione

E’ ufficialmente attivo dal 10 settembre 2018 il Servizio telematico messo in campo da Anac per veicolare le iscrizioni all’Albo nazionale dei Commissari di gara, che sarà operativo a partire dal 15 gennaio 2019.

Ricordiamo che dal prossimo anno, in applicazione dell’art. 78 del Dlgs. n. 50/2016, la valutazione delle offerte dal punto di vista tecnico ed economico, quando il criterio di aggiudicazione è quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa, competerà infatti a una Commissione giudicatrice composta da esperti nello specifico Settore cui afferisce l’oggetto del contratto.

Per poter far parte della Commissione, gli esperti dovranno necessariamente essere iscritti all’Albo in questione, anche se appartenenti alla stazione appaltante che indice la gara.

Il servizio per l’iscrizione e il relativo Manuale sono disponibili in una pagina dedicata nell’Area Servizi, dove l’Albo è liberamente consultabile.

Gli esperti che intendono candidarsi devono essere in possesso di credenziali username e password rilasciate dall’Autorità, di una casella di Posta elettronica certificata (Pec) e di un dispositivo di firma digitale.

La procedura per l’iscrizione (ovvero la modifica di un’iscrizione già completata) è articolata in 6 step.

Questo il link per accedere al servizio: https://servizi.anticorruzione.it/questionari-commissari/.

Ricordiamo che recentemente – con Comunicato del Presidente 6 settembre 2018 – l’Autorità nazionale Anticorruzione ha diffuso le istruzioni operative per il versamento della tariffa (pari a 168,00 Euro) dovuta per l’iscrizione all’Albo da coloro che intendono svolgere questa funzione.


Related Articles

Fatture con rilascio certificazione del credito: qual è la scadenza da inserire nella rilevazione della tempestività dei pagamenti?

Il testo del quesito: “Per le fatture per le quali è stata richiesta dal fornitore, e rilasciata dall’Ente, certificazione del

Centrale unica di committenza: bozza di Deliberazione di Consiglio comunale di approvazione dello Schema di convenzione (II parte)

SEGUE DA QUESTO PRECEDENTE ARTICOLO Alla Delibera del Consiglio comunale di approvazione dello schema di Convenzione per la Costituzione della

Riscossione coattiva: legittimità degli atti emessi dai Funzionari non abilitati alle funzioni di Ufficiali

Per quanto riguarda il procedimento di riscossione coattiva delle entrate di competenza degli Enti Locali, la normativa nazionale si presenta,

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.