Ambito di intervento dell’Anac: nuove indicazioni sulle segnalazioni che non saranno prese in considerazione

Ambito di intervento dell’Anac: nuove indicazioni sulle segnalazioni che non saranno prese in considerazione

Con una Nota pubblicata l’8 maggio 2017 sul proprio sito web istituzionale, l’Anac è tornata sul tema degli ambiti di cui non si occupa, precisando che sono oggetto di archiviazione le segnalazioni anonime (senza firma, con firma illeggibile o che non consentano di identificare con certezza l’autore) e dal contenuto generico.

A titolo esemplificativo e non esaustivo, l’Autorità ha elencato le seguenti tipologie di segnalazioni che non vengono prese in considerazione per manifesta incompetenza:

  • accertamento di responsabilità penali o erariali (la competenza è dell’Autorità giudiziaria o della Corte dei conti);
  • presunti illeciti commessi da Magistrati (è competente la Procura distrettuale ai sensi dell’art. 11 del “Codice di procedura penale”);
  • procedure selettive e concorsi (la competenza è della giustizia amministrativa);
  • irregolarità nelle nomine se non riguardano casi di incompatibilità o inconferibilità degli incarichi;
  • rivendicazioni sindacali;
  • casi di malasanità;
  • assenteismo dal lavoro;
  • conflitti politico-istituzionali all’interno di enti;
  • successioni, eredità, testamenti;
  • anomalie nella gestione di Istituti di credito o finanziari;
  • abusi edilizi;
  • aumento delle tariffe.

Invece, gli ambiti di pertinenza dell’Anac sono:
– le attività di prevenzione della corruzione nelle Amministrazioni pubbliche e nelle Società controllate e partecipate;
– vigilanza sull’affidamento e l’esecuzione dei contratti pubblici;
– gestione delle segnalazioni di illeciti denunciate da dipendenti pubblici.

In altre parole, sono di competenza dell’Autorità le segnalazioni aventi ad oggetto:

  • contratti pubblici (affidamento ed esecuzione di lavori, servizi e forniture);
  • attività di precontenzioso;
  • misure anticorruzione (in particolare controlli su adozione, applicazione ed efficacia dei piani triennali di prevenzione);
  • obblighi di trasparenza sui siti web istituzionali;
  • inconferibilità e incompatibilità di incarichi;
  • casi di “pantouflage” (art. 53, comma 16-ter del Dlgs. 165/01);
  • whistleblowing.

Related Articles

Incentivi tecnici per appalti di manutenzione straordinaria e ordinaria: l’intervento della Sezione Autonomie

Nella Delibera n. 2 del 9 gennaio 2019 della Corte dei conti Autonomie, viene chiesto un parere sulla possibilità di

Por Fesr Marche 2014-2020: aperto il bando volto a finanziare lo sviluppo di startup

Titolo bando:Marche: sviluppo di startup ad alta intensità di conoscenza Tipo fondo: Por FesrMarche2014-2020 Beneficiari: imprese singole operanti in ambiti

Servizi pubblici: si ha concessione quando l’operatore si assume in concreto i rischi economici della gestione rifacendosi sull’utenza

Nella Sentenza n. 2825 del 1°settembre 2017 della Ctp Lecce, i Giudici si esprimono in materia di accertamenti fiscali e