Anci su ipotesi abolizione tributi: “Urge confronto con Governo su compensazioni a Comuni”

Anci su ipotesi abolizione tributi: “Urge confronto con Governo su compensazioni a Comuni”

 

Sono sempre più frequenti, da parte di esponenti dell’attuale Esecutivo, gli annunci relativi alla presunta imminente soppressione di Imu e Tasi. La proposta non ha mancato di sollevare numerosi dubbi nel mondo degli Enti Locali, che chiedono rassicurazioni e garanzie circa la compensazione dei mancati introiti.

Per questa ragione, al termine di una riunione con i Vice Presidenti dell’Associazione e i Sindaci della principali Città italiane, il Presidente dell’Anci, Piero Fassino, ha chiesto al Governo – a mezzo Comunicato-stampa – “l’apertura di un confronto per definire le scelte della prossima ‘Legge di stabilità’, a partire dal superamento della Tasi sulla prima casa e le equivalenti compensazioni finanziarie su cui potranno contare i Comuni’’.

Fassino ha specificato di voler portare di nuovo al “Tavolo della trattativa” l’annoso tema del superamento del Patto di stabilità che – secondo il Presidente Anci nonché Sindaco di Torino – consentirebbe ai Comuni di utilizzare per investimenti risorse accantonate e fino ad oggi bloccate e inutilizzate. Altra questione sollevata è quella dell’armonizzazione dei sistemi contabili. La riforma della contabilità, entrata in vigore lo scorso 1º gennaio, richiederebbe una correzione della disciplina relativa al pareggio di bilancio. “Infine – si legge – ci attendiamo che nel confronto con il Governo si acquisiscano certezze relative alla riforma del Catasto, al Sistema della riscossione fiscale e al rimborso delle spese sostenute negli ultimi anni dai Comuni per il funzionamento degli Uffici giudiziari’’.


Related Articles

Concorrenza: i documenti scambiati nell’ambito di un procedimento di infrazione non devono essere divulgati

  Nella Sentenza n. T-623/13 del 12 maggio 2015 del Tribunale di primo grado delle Comunità europee, i Giudici  rilevano

Errore materiale dell’offerta economica: può essere rettificato d’ufficio dall’Amministrazione qualora riconoscibile ex ante

Nella Sentenza n. 35 del 16 gennaio 2020 del Tar Toscana, una Società ha partecipato alla gara indetta da altra

“Pcc”: prorogato il termine per la comunicazione dello stock del debito al 31 dicembre 2018

Con una Nota pubblicata il 13 giugno 2019 sul sito “Piattaforma dei crediti commerciali” (http://crediticommerciali.mef.gov.it/CreditiCommerciali/home.xhtml), il Ministero dell’Economia e delle