Anpr: dal 15 novembre 2021 i cittadini con “Spid”, “Cie” o “Cns” potranno richiedere online il rilascio di numerosi Certificati

Anpr: dal 15 novembre 2021 i cittadini con “Spid”, “Cie” o “Cns” potranno richiedere online il rilascio di numerosi Certificati

Con una Comunicazione pubblicata sul proprio sito istituzionale, il Ministero della Pubblica Amministrazione informa che, grazie alla firma del Ministro Renato Brunetta, si è perfezionata l’adozione del Decreto interministeriale che definisce le modalità di richiesta e rilascio, dal 15 novembre 2021, dei Certificati anagrafici in modalità telematica attraverso l’Anpr.

Un’altra tappa di semplificazione raggiunta dal Governo, che ci auguriamo possa finalmente completarsi con l’adesione al Progetto ‘Anpr’ da parte degli ultimi Comuni non ancora ‘migrati’”, ha sottolineato il Ministro Brunetta. “Dai Certificati anagrafici al cambio di residenza, dalle autocertificazioni sostitutive al controllo e alla modifica delle informazioni, la base-dati Anpr permette infatti agli Enti Locali di lavorare in modo più semplice e ai cittadini di accedere a nuovi servizi, digitali o tradizionali, in qualunque territorio si trovino”. 

Il Ministro ha poi concluso affermando che, “quando la base-dati Anpr verrà resa interoperabile e potrà quindi comunicare con altre basi dati, ulteriori nuovi servizi saranno attivati. Penso all’interazione automatica tra Anpr e Isee, che permetterà ai cittadini di ricevere in modalità automatica prestazioni sociali per sé e per il proprio nucleo familiare e di essere avvertiti qualora maturassero condizioni per l’accesso a nuovi servizi”.

I Cittadini residenti nei Comuni registrati all’Anpr, accedendo al relativo sito web tramite “Cie”, “Spid” e “Cns”, potranno richiedere l’emissione, per sé stessi o per i componenti della propria famiglia anagrafica, dei seguenti Certificati:

  • anagrafico di nascita;
  • anagrafico di matrimonio;
  • di cittadinanza;
  • di esistenza in vita;
  • di residenza;
  • di residenza Aire;
  • di stato civile;
  • di stato di famiglia;
  • di stato di famiglia e di stato civile;
  • di residenza in convivenza;
  • di stato di famiglia Aire;
  • di stato di famiglia con rapporti di parentela;
  • di stato libero;
  • anagrafico di unione civile;
  • di contratto di convivenza.

Qualora l’emissione del certificato sia soggetta ad Imposta di bollo, il pagamento potrà essere effettuato tramite la Piattaforma PagoPA.


Related Articles

Sanzioni “Codice della Strada”: Anci, “Nessun aumento degli incassi, variazione accertamenti è dovuto a nuove regole contabili”

Con la Nota 12 giugno 2017, l’Anci è intervenuta sul tema della sicurezza stradale per smentire alcuni dati circolati nei

Ddl. Concorrenza: Anci, “Urgono correttivi, a rischio risorse importanti per gli Enti Locali”

Con un Comunicato diffuso sul proprio sito istituzionale il 21 settembre 2015, l’Anci ha lanciato l’allarme su alcune disposizioni previste

“Piani triennali prevenzione corruzione”: la Piattaforma Anac per la loro acquisizione sarà attiva dal 1° luglio 2019

Sarà operativa a partire dal 1° luglio 2019 la nuova Piattaforma per l’acquisizione, il monitoraggio e il controllo dei “Piani

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.