Anticorruzione: aperta fino al 15 settembre 2022 la consultazione sul “Piano nazionale Anticorruzione” 2022-2024

<strong>Anticorruzione: aperta fino al 15 settembre 2022 la consultazione sul “<em>Piano nazionale Anticorruzione</em>” 2022-2024</strong>

Con la Notizia 8 agosto 2022, pubblicata sul proprio sito istituzionale, Anac informa che è online la consultazione sul “Piano nazionale Anticorruzione” (“PnA”) 2022-2024 e che sarà possibile inviare contributi entro il 15 settembre 2022.

Di fronte all’ingente flusso di denaro in arrivo dall’Europa e alle deroghe alla legislazione ordinaria introdotte durante la pandemia, il “PnA 2022-2024” predisposto dall’Anac ha come obiettivo quello di “rafforzare l’integrità pubblica e la programmazione di efficaci presidi di prevenzione della corruzione per evitare che i risultati attesi con l’attuazione del ‘Pnrr’ siano vanificati da episodi di corruzione senza per questo incidere sullo sforzo di semplificazione e velocizzazione delle procedure amministrative”.

Il “PnA” è stato elaborato come uno strumento di supporto alle Amministrazioni pubbliche per affrontare le sfide connesse alla realizzazione degli impegni assunti dall’Italia con il “Pnrr” e all’attuazione della Riforma introdotta dal Dl. n. 80/2021 che ha previsto il “Piano integrato di attività e organizzazione” (“Piao”).

Il “PnA” è articolato in 2 Parti. 

La Parte generale vuol essere un supporto ai “Responsabili per la prevenzione della corruzione e la trasparenza” (“Rpct”) e contiene indicazioni per la predisposizione della Sezione del “Piao” relativa alla prevenzione della corruzione e della trasparenza. E come si legge dalla Notizia pubblicata sul proprio sito, attraverso questa prima parte del “PnA” “l’Anac indica su quali processi e attività è prioritario concentrarsi nell’individuare misure di prevenzione della corruzione; fornisce indicazioni per realizzare un buon monitoraggio e semplificazioni per gli Enti con meno di 50 dipendenti”.

La parte speciale del “PnA” è invece dedicata ai Contratti pubblici, ambito in cui il “Pnrr” prevede cruciali Riforme. L’Autorità mette in luce i numerosi interventi di deroga e di semplificazione del “Codice Appalti” con cui il Governo ha voluto incentivare gli Investimenti pubblici nel Settore delle Infrastrutture e dei Servizi pubblici e fronteggiare le ricadute economiche negative del “Covid-19”. Il “PnA” offre alle Stazioni appaltanti un aiuto nell’individuazione di misure di prevenzione della corruzione e di trasparenza agili e utili ad evitare che l’urgenza degli Interventi faciliti esperienze di cattiva amministrazione e corruzione. 

Sia nella parte generale del “PnA” che in quella speciale Anac vuole fornire un supporto alle Amministrazioni, agli “Rpct”, e a coloro che sono protagonisti delle strategie di prevenzione. 

Il termine per la presentazione delle osservazioni è fissato alle ore 24,00 del 15 settembre 2022, mediante la compilazione dell’apposito Modulo.


Related Articles

Istat: pubblicato l’aggiornamento dell’Indice sul costo della vita a dicembre 2015

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 23 del 29 gennaio 2016 il Comunicato dell’Istat contenente l’aggiornamento al mese di dicembre

Fabbisogno Settore statale: nel primo trimestre 2017 ha superato di oltre 2,6 miliardi quello del 2016

Il fabbisogno statale del primo trimestre 2017 è stato pari a 29.031 milioni di Euro, contro i 26.357 milioni circa

“Covid-19”: siglato Protocollo di intesa tra Ministero e Sindacati sulla sicurezza dei lavoratori della P.A.

In data 3 aprile 20020 è stato siglato un Protocollo di intesa tra il Ministero per la Pubblica Amministrazione e

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.