Appalti: la mancata produzione della domanda di partecipazione non costituisce cause di esclusione nelle procedure aperte

Appalti: la mancata produzione della domanda di partecipazione non costituisce cause di esclusione nelle procedure aperte

La domanda di partecipazione non costituisce un documento da produrre a pena di esclusione nelle gare pubbliche svolte con procedura aperta: in quest’ultime, infatti, detta domanda non acquisisce valenza decisiva ai fini della manifestazione di volontà dell’impresa di partecipare alla procedura, come invece sarebbe in una procedura ristretta.

Come ritenuto dal Tar Campania Napoli, Sezione II, con la Sentenza 2 marzo 2015, n. 1349, in una procedura aperta la domanda di partecipazione costituisce “mera manifestazione della volontà di concorrere all’aggiudicazione”, occorrendo unicamente che sia possibile imputare al concorrente l’offerta tecnica ed economica fatta pervenire nei termini fissati nel

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Concorso pubblico: la guida in stato di ebbrezza non è sempre causa di esclusione

Nella Sentenza n. 9443 del 30 agosto 2016 del Tar Lazio, viene accolto il ricorso proposto da un aspirante Allievo

Sindaco di Reggio Calabria Falcomatà: “Abbiamo scoperto solo ‘grazie’ al Covid che si potevano fare rapidamente le piste ciclabili”

Il Sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà è intervenuto a margine della Tavola rotonda della XIV Convention di Centro Studi

Centrali uniche di committenza: Note Anci e scheda di sintesi per i Comuni

Sono disponibili sul sito istituzionale dell’Anci, in allegato al Comunicato 20 ottobre 2014, le Note di lettura di due Dpcm.