Appalti pubblici per manutenzioni: non danno diritto a percepire incentivi per funzioni tecniche

Appalti pubblici per manutenzioni: non danno diritto a percepire incentivi per funzioni tecniche

Nella Delibera n. 140 del 28 settembre 2018 della Corte dei conti Puglia, viene chiesto se gli appalti pubblici per le manutenzioni di qualunque tipo devono essere considerati “appalti pubblici di servizi” con conseguente riconduzione nell’ambito di applicabilità del Dlgs. n. 50/16 ed incentivabilità delle funzioni indicate dall’art. 113 del Dlgs. n. 50/2016 e se, nel rispetto dell’appena richiamato art. 113, comma 2, “sono incentivabili le funzioni tecniche esclusivamente nello stesso elencate, svolte in esecuzione di appalti pubblici di servizi comunque denominati e meglio definiti all’art. 3, comma 1, lett. ss) dello stesso Dlgs. n. 50/16, a condizione che sia stata svolta una gara di appalto e sia stato nominato il direttore dell’esecuzione”. La Sezione ribadisce che gli incentivi per funzioni tecniche previsti dall’art. 113 del Dlgs. n. 50/2016 non possono essere corrisposti in rapporto ad attività di manutenzione ordinaria e straordinaria.


Related Articles

Personale Enti Locali: disponibili i dati del Censimento dell’Interno

A cura annuale del Ministero dell’Interno è on-line su incomune.interno.it il report relativo al Censimento generale del personale in servizio presso

Appalti: è illegittimo escludere un’Azienda ospedaliera pubblica in quanto Ente pubblico

Nella Sentenza n. C-568/13 del 18 dicembre 2014 della Corte di Giustizia europea, i Giudici dichiarano che l’art. 1, lett.

Cassazione: sono utilizzabili i questionari inviati dalle Entrate se non presentati perché in possesso dell’Inps

Nella Sentenza n. 22946 del 29 ottobre 2014 la Corte di Cassazione ha rigettato il ricorso proposto dall’Agenzia delle Entrate,

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.